“Conti” Medicine da banco al supermarket

03/07/2006
    sabato 1 luglio 2006

    Pagina 2 – Primo Piano

    SALUTE CRITICA FEDERFARMA: COSI’ SI FAVORISCE LA GRANDE DISTRIBUZIONE

      Medicine da banco al supermarket
      �Adesso i prezzi dovranno calare�

        Daniela Daniele

        ROMA
        Baster� allungare la mano e servirsi. I farmaci da banco li compreremo cos�, al supermercato. Il decreto legge d� il via libera alla vendita dei medicinali non soggetti a ricetta medica, in negozi e supermarket. Purch� dotati di un farmacista abilitato. E non si potranno fare campagne promozionali. Il ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, ha riferito che � stato eliminato il tetto di sconto del 20 per cento, introdotto dal precedente governo. Bersani � convinto che la decisione porter� �a una significativa riduzione dei prezzi�.

        In perfetta sintonia, il ministro della Salute che giudica il provvedimento �di grande rilievo perch� favorisce la concorrenza, la competitivit� e la liberalizzazione di alcuni importanti settori produttivi e di servizi�. Livia Turco ritiene, per�, �essenziale continuare il confronto su tutta la materia dell’assistenza farmaceutica. A questo scopo, garantisce che proseguir� il dialogo con le farmacie.

        Invece Giorgio Siri, presidente di Federfarma, la federazione che riunisce i titolari di farmacia, si dichiara sconcertato. �Ma che fretta c’era – si chiede – di arrivare a un decreto per far vendere al supermarket? E, a questo punto, che senso ha partecipare a un tavolo di discussione al ministero?�.

          Esulta Aldo Soldi, presidente Coop-Ancc (Associazione nazionale cooperative di consumatori), perch� il decreto �consentir� risparmi tra il 25 e il 50 per cento sui prezzi�. Solidariet� al presidente di Federfarma la esprime Sergio Domp�, alla guida di Farmindustria, per una decisione presa senza la concertazione con i farmacisti. Domp� si ripromette di dare un giudizio complessivo sul provvedimento soltanto quando avr� preso visione in modo completo dei contenuti.