CONSUMI: I PRIMI DATI DELLA CONFCOMMERCIO SULLE VENDITE NATALIZIE

04/01/2010

4 gennaio 2010

Consumi: i primi dati della Confcommercio sulle vendite Natalizie

Un primo monitoraggio della Confcommercio evidenza che non c’è stato nessun crollo delle vendite durante il periodo di Natale e Capodanno, i consumi sono stati in linea con le difficoltà del momento.
Secondo la Federdistribuzione, (Federazione Associazioni Imprese Distribuzione) le tradizioni hanno mantenuto alto il livello di acquisto delle famiglie, che più degli anni precedenti, hanno potuto sfruttare le offerte promozionali delle aziende. Privilegiati i prodotti gastronomici “made in Italy”, ma non sono mancati gli acuisti di materiale elettronico (complice il passaggio al digitale terrestre), articoli sportivi e arredamento di casa.
Buone le vendite dell’abbigliamento, in attesa dei saldi.
Un lieve aumento delle vendite è stato registrato per il commercio al dettaglio. La FIDA, Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione, segnala però un calo dei pacchi aziendali, anche se aumenta l’acquisto del regalo utile con prodotti tipici di qualità.