Comunicati Stampa

Consulmarketing, aperta procedura di licenziamento per 350 dipendenti

25/01/2017
consulmarketing

A meno di 10 mesi dall’ultimo sciopero, le lavoratrici e i lavoratori di Consulmarketing, società di rilevazione dati, sono di nuovo in apprensione. L’Azienda ha infatti comunicato alle organizzazioni sindacali l’apertura di una nuova procedura di licenziamento collettivo per 350 dipendenti, dopo quella proclamata a maggio del 2016.

“Consulmarketing intende costringere i lavoratori a rinunciare al rapporto di lavoro dipendente, per riproporre loro un contratto di collaborazione” afferma Andrea Montagni, della Filcams Cgil Nazionale, “l’intento è quello di continuare ad avere addetti alla rilevazione prezzi, eliminando tutele, diritti e riducendo, quindi, i costi del lavoro.”

Le organizzazioni sindacali hanno scritto al Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico per chiedere un intervento immediato visto il venire meno dell’accordo che Consulmarketing aveva accettato, nei mesi scorsi, per evitare i licenziamenti.

I sindacati hanno, inoltre, richiamato l’attenzione di Nielsen committente quasi esclusivo della Consulmarketing, che già in passato aveva contribuito a sbloccare la vertenza.

Le lavoratrici e i lavoratori, insieme ai sindacati di categoria Filcams Cgil e Uiltucs, sono pronti a riprendere la mobilitazione e mettere in atto tutte le azioni possibili per contrastare la decisione aziendale.