Consorzio C.I.C.L.A.T., Nuovi Orizzonti, Ricina, Verbatim, appalto fonici-trascrittori, esito incontro 27/11/2019

Roma, 5 dicembre 2019

Mercoledì 27 novembre u.s. si è tenuto l’incontro, richiesto da Filcams, Fisascat e Uiltrasporti Nazionali, con Consorzio CICLAT, Nuovi Orizzonti, Ricina e Verbatim, per un confronto sull’applicazione dell’Accordo Integrativo Interaziendale e, più in generale, sull’organizzazione del lavoro nell’appalto del Ministero della Giustizia per il servizio di documentazione degli atti processuali.

Le Organizzazioni Sindacali, dopo aver chiesto alle aziende di condividere le informazioni in loro possesso sulla gara che CONSIP sta predisponendo, hanno ribadito che l’Accordo Integrativo Interaziendale è un completamento del CCNL Multiservizi che ne giustifica l’applicazione, anche perché disciplina temi importanti come la corretta regolamentazione dei profili professionali di figure particolari e molto specializzate, come sono quelle della categoria dei “Fonici e Trascrittori”.

E’ stato pertanto stigmatizzato come il comportamento delle aziende metta in discussione il valore stesso delle intese sulle applicazioni contrattuali.

Sono stati poi esplicitati comportamenti che vedono le singole imprese, in molti casi, non corrispondere i compensi dovuti per la reperibilità ed i rimborsi, consentire solo parzialmente l’accantonamento previsto all’art 4 dell’Accordo del 31 luglio 2018, hanno utilizzato le ore del SRR, accantonare per i periodi di chiusura dei Tribunali, le ferie, i permessi e i ROL maturati per la copertura mensile del salario e, mentre hanno fatto cumulare a molte e molti dipendenti impiegati nell’appalto un debito orario, in alcuni casi molto consistente, hanno assegnato la trascrizione di una quantità di caratteri, che sembrerebbe cospicua, a lavoratori a Partita IVA. In particolare, il ricorso alle Partite IVA, a cui le aziende hanno confermato di ricorrere, è stata fortemente condannata dalle OO.SS., che hanno evidenziato tutte le incongruenze e le difficoltà legate a tale pratica.
E’ stato inoltre ribadito che la comunicazione, formulata ed inviata unilateralmente da Ricina, per la richiesta di Telelavoro da parte degli interessati, non rispetta quanto sottoscritto, nè la ratio della legislazione che ha previsto tale forma di organizzazione del lavoro. Pertanto Filcams, Fisascat e Uiltrasporti, hanno mantenuto la richiesta, già avanzata all’azienda, di ritirarla, dando la disponibilità a concordare le modifiche necessarie.

Infine le OO.SS. hanno chiesto che, oltre al prospetto dei saldi del SRR (che le aziende avrebbero dovuto inviare entro il mese di ottobre 2019), venga fornito il ragguaglio del numero di caratteri assegnati impropriamente alle Partite IVA.

In merito alla Gara, il Presidente del consorzio C.I.C.L.A.T. ha comunicato che il servizio di documentazione degli atti processuali è affidato, in proroga fino al 31/12/2019, alle aziende attuali e che CONSIP ha già convocato il consorzio e le aziende stesse per procedere alla verifica di mercato, così come previsto dal Codice degli Appalti, sostenendo anche che ci sarebbe un orientamento del Ministero a mantenere i 6 Lotti e ad acquisire il CCNlL Multiservizi.

Sulla nuova gara Filcams, Fisascat e Uiltucs Nazionali il 29 ottobre 2019 hanno inviato una richiesta d’incontro al Ministero della Giustizia. La nota, che non ha ancora avuto risposta, verrà reiterata in questi giorni.

Per quanto riguarda invece le questioni sollevate sulla corretta applicazione dell’Accordo Integrativo Interaziendale e sull’organizzazione del lavoro, i dirigenti aziendali hanno cercato di dimostrare la correttezza della loro gestione. Nella fase conclusiva dell’incontro, rimanendo molte e significative le distanze, abbiamo convenuto sulla necessità di aggiornare il confronto ad una data successiva all’invio dei dati richiesti dalle OO.SS. ed alla loro analisi.

Pertanto Filcams, Fisascat e Uiltrasporti hanno formalizzato la richiesta a CICLAT, Nuovi Orizzonti, Ricina e Verbatim di tutte le informazioni ed i dati che non hanno ancora ricevuto e che sono necessari. Contestualmente è stata proposta, quale data utile per il nuovo incontro, il giorno 17/12/2019 alle ore 16:30, a Roma, presso la sede dell’ONBSI (Via dei Mille 56).

p. la Segreteria Filcams CGIL Nazionale
C. Bernardini – E. Loretone