Consap-sindacati: Trattative avviate

17/07/2003

ItaliaOggi (Professioni)
Numero
168, pag. 30 del 17/7/2003
di Ignazio Marino

Rinnovo ccnl per gli studi professionali.
Consap-sindacati
Trattative avviate

Trattative avviate fra Consap e sindacati. Si è svolto ieri il primo incontro relativo al rinnovo del contratto collettivo nazionale dei dipendenti degli studi professionali delle associazioni non regolamentate.

Entra così in scena, come parte sociale al tavolo delle trattative con Cgil, Cisl e Uil, la confederazione sindacale italiana delle libere associazioni professionali. Presente a Roma il direttivo Consap al completo, formato dal presidente Roberto Falcone, dal suo vice Virgilio Baresi e dal segretario Luigi Pessina. Si tratta di un risultato importante per i rappresentanti delle associazioni non regolamentate, considerando che questo incontro ha avuto la funzione di avviare ufficialmente (anche con un verbale di attestazione) la collaborazione con i sindacati.

Nell’occasione ai dirigenti di Cgil, Cisl e Uil sono state formulate delle proposte. Prima fra tutte quella di innalzare l’età massima per gli apprendisti da 25 a 29 anni. Ciò in considerazione del fatto che i giovani a 25 anni stanno ancora uscendo dalle università. La Consap ha inoltre proposto l’inserimento nel ccnl di strumenti come il telelavoro e gli stage. Spazio anche alla previdenza complementare, alla tutela dei lavoratori Ue ed extra Ue.

Tutte iniziative che avranno lo scopo di ostacolare la disoccupazione intellettuale giovanile. Le proposte formulate saranno, poi, oggetto di considerazione nella piattaforma di rinnovo contrattuale in vista della scadenza di settembre 2003.

´La Confederazione’, ha spiegato il presidente Roberto Falcone, ´adotterà un metodo di concertazione basato sulla rapidità e sulla concretezza delle scelte al fine di garantire una migliore tutela giuridica dei dipendenti degli studi e fornire gli strumenti contrattuali efficienti, in linea con l’esigenze del mercato nazionale ed europeo’. ´Il mercato va sempre più veloce’, ha aggiunto il vicepresidente Virgilio Baresi, ´e occorre dare delle risposte alle necessità delle imprese’.