Congresso CFDT Services, Una Federazione al servizio della giustizia sociale

Sotto lo slogan "Una Federazione al servizio della giustizia sociale",
con la relazione del Segretario Generale Gilles Desbordes, il 17 Maggio 2011 e’ iniziato a Marsiglia il 13′ Congresso di CFDT Services che, con gli oltre 82.000 iscritti (+23% negli ultimi 4 anni), e’ la principale Categoria Sindacale francese del commercio, turismo e servizi.

Anche se i contesti sono diversi, sono numerose le problematiche comuni con la Filcams; ed i possibili terreni di iniziativa comune, ad es.:
- dar maggior valore alla rappresentativita’ sindacale;
- confrontare le iniziative da attivare per aumentare il tasso di sindacalizzazione;
- condividere e aggiornare le attivita’ organizzative-negoziali nei confronti delle imprese multinazionali e multisettoriali;
- allearsi per contrastare la liberalizzazione delle aperture domenicali;
- aumentare il ventaglio degli strumenti utilizzabili dal sindacato per migliorare le condizioni di lavoro.

Il congresso si concludera’ il 20 maggio con un programma di lavoro quadriennale finalizzato a 5 obiettivi:
1. Raccogliere quote di iscrizione annuali per raggiungere la cifra del milione di Euro
2. Vincere le elezioni dei rappresentati sindacali in tutti i settori;
3.Rappresentare almeno il 30% dei lavoratori nelle elezioni per le rappresentanze sindacali
4.Combattere la precarieta’ e la disoccuipazione; respingere i contratti part time sotto le 22 ore e il lavoro interinale inferiore al mese;
5. recuperare l’inflazione e migliorare il potere di acquisto dei salari.

Gli obiettivi e i numeri proposti da Gilles, in particolare quelli organizzativi, sono coerenti con l’attuale situazione sindacale francese.
Il panorama sindacale della Francia e’ molto articolato; oltre alla CFDT ci sono la CGT, di dimensioni simili, FO che ha contestato la legge sulla rappresentanza sindacale del 20 agosto 2008; CFTC, nata da una scissione della CFDT, che stenta a rappresentare il 10% dei lavoratori; oltre ad alcune altre organizzazioni minori, . UNSA, SUD; esiste un forte sindacato dei quadri CGC altalenante fra il mantenersi sindacato di mestiere trasversale o darsi una caratteristica Confederale.

Dopo l’adozione dell’ "avviso comune" del 9 aprile 2008, la legge 20 agosto 2010 ha modificato i criteri della rappresentativita’ sindacale ora basata sui voti ricevuti.

In sintesi: al di sotto della soglia del 10% non esiste rappresentanza; almeno il 30% dei voti danno diritto a sottoscrivere l’accordo che puo’ essere contestato da chi ha il 50%.

Cosa comporterebbe l’applicazione della normativa francese sulla rappresentativita’ ai contratti separati firmati in Italia?

Gabriele Guglielmi
Coordinatore Politiche Internazionali della Filcams