Congedi Parentali – fac-simile richiesta permesso retribuito grave infermità

      Raccomandata R.R.

      Spett.le Società

      via ___________________________

Oggetto: Richiesta di permesso retribuito per grave infermità ai sensi art. 4 , legge 53/2000 e art. 1,2,3 D.M.278/2000

Io sottoscritta / io sottoscritto _____________________________________________ nata/o a____________ il_______________ residente in _______________________ via _______________________ n.______

Dipendente da codesta Azienda con la qualifica di ______________________

Comunico che intende avvalermi di quanto previsto dalla legge indicata in oggetto perché __________________________(indicare nome e cognome e il grado di parentela ) è in condizioni di grave infermità (oppure è deceduto).

Chiede pertanto di concordare con codesta Società , in alternativa ai 3 giorni di permesso diverse modalità (anche per periodi superiori a 3 giorni) di seguito elencate.

__________________________________

In attesa di riscontro, porgo cordiali saluti.

Data,

      Firma

      ______________________________________

Allegata: documentazione medica che attesta la grave infermità

note

In alternativa al permesso di tre giorni, il lavoratore o la lavoratrice, nell’ipotesi di grave infermità documentata, possono concordare con il datore di lavoro l’espletamento dell’attività lavorativa con modalità diverse, anche per periodi superiori a tre giorni.

E’ necessario stipulare un accordo in forma scritta che deve indicare i giorni di permesso sostituiti ed i criteri per le eventuali verifiche periodiche della permanenza della grave infermità.

Le diverse modalità concordate devono comportare una riduzione dell’orario di lavoro complessivamente non inferiore ai giorni di permesso che vengono sostituiti.

Tale riduzione deve avere inizio entro sette giorni dall’accertamento dell’insorgenza della grave infermità o della necessità di provvedere agli interventi terapeutici.

I permessi in esame sono cumulabili con quelli previsti per l’assistenza delle persone handicappate (L. n. 104/1992, art. 33).

1