“Confronto 2″ In otto pagine i punti del confronto

15/07/2004





15 Luglio 2004

l’Agenda

In otto pagine i punti del confronto

ROMA Ecco le quattro grandi questioni sul tavolo del confronto contenute nelle otto pagine dell’Agenda per la convergenza sui temi della crescita e dello sviluppo, messa a punto dal vicepresidente di Confindustria, Alberto Bombassei.

SVILUPPO. Le priorità sono ricerca, innovazione, formazione, infrastrutture e Sud. Perché – si legge – «è importante poter contare su un Paese che funzioni». Centrale è quindi «l’impegno assunto dal vertice Ue di Lisbona di destinare entro il 2010 il 3% del Pil alla ricerca» e «rilanciare una vera cultura dell’innovazione e della scienza». Serve poi «un forte investimento in infrastrutture», soprattutto nel Mezzogiorno che deve rappresentare «il punto centrale di una strategia di sviluppo».

INFLAZIONE. Su questo fronte «serve un impegno preciso ad approfondire questa specificità italiana e ad individuare possibili soluzioni». Per questo sarebbe utile la collaborazione fra i centri studi delle imprese e delle organizzazioni dei lavoratori. È quindi necessaria »una effettiva concertazione per definire gli obiettivi comuni sui tassi di inflazione programmata.

CONTRATTI. Serve «una diversa modulazione degli assetti contrattuali», si legge nel documento, perché «rappresentino un elemento di competitività del sistema, attenuandone le rigidità ed agevolando soluzioni che permettano di tener conto dei diversi livelli di produttività e delle diverse condizioni dei mercati del lavoro locali». Il numero dei contratti va poi «ridotto in misura sensibile» e «semplificata la loro struttura settoriale».

FONDI PENSIONE
. Il loro sviluppo – si legge – «è necessario non soltanto per garantire la sostenibilità del sistema previdenziale di base», ma anche per «rafforzare e stabilizzare i mercati finanziari ed offrire, anche in questo modo, una prospettiva di sviluppo al Paese».