Conforama, Nota esplicativa verbali di accordo 01/09/2011

TESTO UNITARIO

si è tenuto ieri il programmato incontro, presso il Ministero del Lavoro, per la procedura di mobilità aperta da Conforama. Come ricorderete l’azienda prevedeva 160 esuberi su 6 punti vendita, ad appena 6 mesi da una procedura che aveva coinvolto i punti vendita di Tortona e Melilli.

Fin dall’inizio abbiamo chiesto di ricorrere a strumenti alternativi, quali la Cigs a rotazione, ma Conforama ha avuto sempre una posizione rigidamente negativa nei confronti delle nostre richieste. Fino a giungere all’ultimo incontro, immediatamente precedente alla pausa estiva, in cui le trattative, proprio a seguito del rigido atteggiamento aziendale, si sono interrotte.

L’incontro di ieri presso il Ministero, se pur con momenti di grande difficoltà e tensione, si è concluso con i verbali di accordo che vi alleghiamo.

L’accordo Ministeriale prevede:

    Cigs a rotazione per 12 mesi su 701 lavoratori (tutti i lavoratori dei 6 punti vendita interessati ad esclusione di Direttori, Capi reparto e Capi settore), a partire dal 01 ottobre;
    Sospensione di massimo 160 lavoratori, per un massimo di 6 mesi;
    Rotazione per reparto, su tutti i reparti, anche quelli che non erano interessati dalla procedura di mobilità;, in ossequio al principio della fungibilità fra i lavoratori e ferme restando le necessità tecniche organizzative dei vari reparti
    Verifiche periodiche dell’andamento della Cigs e della sua gestione, sia a livello territoriale che nazionale;
    Mobilità volontaria incentivata per tutto il periodo di Cigs.

L’accordo siglato solo fra le parti, definisce gli importi degli incentivi per la mobilità volontaria, che leggerete nel dettaglio, e che partono da un massimo di 18.000 euro lordi (a cui va aggiunta l’indennità sostitutiva del preavviso), per coloro che chiederanno di essere posti in mobilità entro il 30 settembre, fino ad un minimo di 12.000 euro per coloro che lo chiedessero entro il 30 giugno 2012.
Inoltre si prevedono percorsi di outplacement per quei lavoratori che chiedessero di essere posti in Cigs a 0 ore per tutta la durata della Cassa Integrazione.


Le Segreterie nazionali esprimono soddisfazione per il risultato raggiunto che evita un ulteriore sacrificio occupazionale e che relativizza il danno in termini economici per i lavoratori.

Nei prossimi mesi si dovranno sviluppare confronti con la Direzione aziendale finalizzati a chiarire quale sarà il futuro dell’Azienda in italia .

p/FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi
All. 2 – Verbali di accordo 1-09-2011