Conforama, Lettera dichiarazione di sciopero

    Roma, 22 Luglio 2011

Prot. n. 2948 /rp -conforama/proclamazione sciopero-
OGGETTO: Procedura di licenziamento collettivo avviata
da Conforama Italia SpA per 160 unità.
Proclamazione di sciopero di due giornate lavorative.-

                          alla spettabile
                          Conforama Italia SpA
                          Via Sempione, 63 – 21029 Vergiate (VA)
                          Fax 0331 947347
                          e.p.c.

                          alle spettabili

                          Direzione Generale della Tutela
                          delle Condizioni di Lavoro
                          Fax: 06 46834884
                          alla c.a. del Direttore Generale
                          Dott. Giuseppe Mastropietro

                          Divisione VII – Controversie di Lavoro
                          nel Settore Agricolo e dei Servizi, Tutela
                          dei Diritti Sindacali, Sciopero nei Servizi
                          Pubblici Essenziali
                          Fax: 06 46834023
                          alla c.a. del Dirigente
                          Dott. Francesco Cipriani

                          Direzione Generale degli Ammortizzatori
                          Sociali e Incentivi all’Occupazione
                          fax: 06 46834272
                          alla c.a. del Direttore Generale
                          Cons. Paola Paduano
                          c/o Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
                          via Fornovo, 8 – 00192 Roma

Codesta spettabile società, che con propria nota datata 7 giugno u.s. ha avviato una procedura di licenziamento collettivo per 160 unità – ai sensi della legge 23 luglio 1991, n. 223 –, lamentando un esubero di personale derivante da supposte esigenze tecnico-organizzative, peraltro non meglio dettagliate, nei negozi di Bagnaria Arsa (UD) per 50 unità, di Riposto (CT) per 36 unità, di Montalto Uffugo (CS) per 21 unità, di Cittaducale (RI) per 19 unità, di Fasano (BR) per 19 unità e di Vergiate (VA) per 15 unità, in occasione degli incontri tenutisi nei giorni 5 e 18 luglio 2011, nell’ambito del richiesto esame congiunto di cui all’art. 4 della citata legge 223/91, ha sinora eluso un reale confronto di merito sulle cause addotte a motivazione dell’esubero anzidetto e sulla concreta possibilità di utilizzazione diversa delle unità lavorative indicate quali eccedenti.

In particolare, l’indisponibilità a fornire informazioni in merito alla natura ed alle caratteristiche dei risultati economici, dei fatti gestionali, nonché in ordine alla consistenza dei costi fissi, compreso quello del personale, è prova eloquente della volontà aziendale tesa ad impedire alle scriventi OO.SS. il debito approfondimento circa le ragioni stesse della procedura di cui alla legge 223/91.

Inoltre, il fatto – anche variamente confermato dai dirigenti delegati a rappresentare la società – che presso i 15 negozi ad insegna “Conforama”, “Emmezeta” ed “Emmezeta Moda”, compresi i sei anzidetti interessati dalla procedura di licenziamento collettivo, siano attivi dei prestatori d’opera (cosiddetti “venditori associati”) aventi con codesta azienda un rapporto contrattuale non di tipo subordinato, inibisce alle scriventi OO.SS. finanche di verificare la sussistenza della possibilità di ricollocare in seno alla organizzazione aziendale esistente le unità lavorative indicate in esubero.

Infine, la manifestata contrarietà, peraltro neanche argomentata, a valutare il ricorso a strumenti in tutto o in parte alternativi ai licenziamenti, unitamente alle indisponibilità ed alle pregiudiziali ostinatamente accampate da codesta società e sopra sommariamente descritte, ci inducono a proclamare la mobilitazione di tutto il personale dipendete da Conforama Italia SpA, che si svolgerà con le seguenti modalità:

sciopero per l’intera giornata del 31 luglio 2011;

sciopero per un’ulteriore giornata da stabilirsi a cura delle Federazioni territoriali delle scriventi OO.SS.

Distinti saluti.

p.la FILCAMS/CGIL
p.la FISASCAT/CISL
p.la UILTuCS/UIL
(Sabina Bigazzi)
(Vincenzo Dell’Orefice)
(Antonio Vargiu)