Conforama, esito incontro 05/07/2011

Roma, 11 luglio 2011

il 05 luglio si è tenuto il programmato incontro per la procedura di mobilità aperta da Conforama per 6 punti vendita e 160 esuberi complessivi. L’azienda ci ha fatto una illustrazione generale della situazione fornendo anche spiegazioni sul piano di sviluppo ipotizzato per i prossimi 4 anni, che per il momento si concretizza in una sola nuova apertura, già programmata da tempo, a Mestre.

La procedura di mobilità suddetta, segue di pochi mesi un’altra procedura che ha coinvolto i punti vendita di Melilli (Siracusa) e Tortona (Alessandria). In quella occasione Conforama si è rifiutata di ricorrere ad ammortizzatori sociali e la procedura si è chiusa trovando delle soluzioni adeguate per il pv di Tortona, ma non per quello di Melilli.

Perciò abbiamo con forza contestato sia il metodo, essendo mancata una comunicazione preventiva, sia il merito, ponendo, come pregiudiziale al raggiungimento di un accordo, la disponibilità a ricorrere ad ammortizzatori sociali. Partendo da questo, abbiamo dato la nostra disponibilità ad individuare strumenti quali: mobilità volontaria incentivata, ricorso al part time, ecc.

L’azienda, pur mantenendo forti pregiudizi nei confronti dell’utilizzo della Cigs e/o dei Cds, ha chiesto una settimana di tempo per effettuare un ulteriore approfondimento. Il confronto proseguirà il giorno 18 luglio, alle ore 10.00 in Roma. Vi daremo indicazioni sul luogo preciso.

La nostra preoccupazione è che anche questa procedura si inserisca in un più vasto programma di ristrutturazione di cui ancora non ci sono state fornite informazioni precise. Perciò, è evidente che riguarda tutta la catena di pv e non solo quelli coinvolti direttamente.


p/FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi