Conforama – Esito incontro 20-09-2012

Care compagne, cari compagni,

si è tenuto ieri l’incontro programmato con Conforama, presso il Ministero del Lavoro.
Abbiamo nuovamente richiesto all’azienda il ricorso ai Cds in alternativa ai licenziamenti collettivi, supportati dallo stesso Ministero, ma nonostante una lunga discussione, a momenti dai toni molto accesi, l’azienda ha confermato la propria posizione. Conforama ha esplicitato con chiarezza le intensioni per quanto riguarda la chiusura di Montalto Uffugo:
nonostante l’impegno anche delle istituzioni locali che hanno proposto locazioni alternative, persino più economiche, Conforama intende concentrarsi nelle regioni del nord Italia.

L’azienda ha articolato una proposta ultimativa e valida solo nel suo insieme, che prevede:

-Cds solo per il punto vendita di Melilli;
-incentivo di 10.000 euro lordi per tutti, anche per Montalto Uffugo;
-8 mesi per il diritto di riassunzione per Montalto Uffugo, anziché 6, come previsto dalla legge.

Tutta la proposta sarebbe comunque soggetta a fermare qualunque iniziativa di mobilitazione. Unitariamente abbiamo dichiarato che consideriamo la proposta irricevibile, e che terremo le assemblee in tutti i luoghi di lavoro per informarne lavoratrici e lavoratori. Abbiamo, inoltre, comunicato che non intendiamo sospendere le iniziative di mobilitazione, dal momento che non vi è una trattativa aperta, ma esclusivamente una proposta aziendale che, per altro, non condividiamo. In allegato vi inviamo la proposta scritta. Il nostro orientamento, condiviso unitariamente, qualora l’azienda non modificasse la propria posizione, è di non sottoscrivere alcun accordo, dato che, in ogni caso per non avere vertenze Conforama sarà costretta comunque ad offrire incentivi più sostanziosi individualmente.

Il Ministero ha aggiornato l’incontro al giorno 27 settembre alle ore 10.30, Via Fornovo 8, come da comunicazione allegata, dal momento che i giorni della fase amministrativa della procedura si concluderanno il 30 settembre stesso.
Nei prossimi giorni è necessario tenere le assemblee in tutti i punti vendita e mantenere le iniziative di mobilitazione, che sarebbero del tutto inutili in una fase successiva.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi


All. 2 – Bozza di accordo
- Comunicato 20-09-2012