CONFERENZA MONDIALE DI UNI WORLD WOMEN NAGASAKI

23/11/2010

23 novembre 2010

Conferenza mondiale di Uni World Women Nagasaki

Da alcuni giorni si è concluso a Nagasaki, in Giappone, il congresso mondiale di UNI GLOBAL UNION a cui aderiscono Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil .

Tale congresso è stato preceduto dalla Conferenza Mondiale delle Donne, che ha visto la partecipazione di circa 500 donne dirigenti sindacali provenienti da tutto il mondo, in cui sono state approvate le mozioni poi successivamente presentate ed approvate all’unanimità al congresso generale di UNI.

Silvana Morini ha partecipato al congresso quale rappresentante della Filcams Cgil: ”Le mozioni approvate, sono un grande risultato per l’Area del Mediterraneo di cui l’Italia fa’ parte, in quanto, gli emendamenti da noi proposti sono stati tutti accolti, in modo particolare quelli proposti dalla Filcams”.

Le mozioni approvate sono 4 e i temi delle mozioni sono:
1) Pari opportunità e delle azioni positive debbono diventare priorità strategiche per tutti i paesi e per tutti i sindacati aderenti ad UNI, in modo particolare, attraverso gli accordi, i contratti collettivi e con gli accordi globali con le aziende multinazionali.
2) La crisi finanziaria globale e l’impatto sulle donne, deve trovare attenzione in UNI e nei suoi affiliati, mediante proposte volte a migliorare la condizione di lavoro delle donne, tramite la contrattazione collettiva e promuovendo l’occupazione permanente.
3) Combattere l’uso delle donne come armi di guerra e denunciare quanto avviene in numerosi paesi in guerra sullo stupro sistematico.
4) Migrazione e tratta di donne, incentivare misure per migliorare la situazione dei lavoratori migranti, soprattutto donne, e le vittime di tratta.

“L’ultima importante mozione approvata” spiega Morini “è l’obiettivo del 40% di presenza delle donne in tutti i livelli decisionali di UNI GLOBAL UNION. L’impegno e’ il raggiungimento di tale obiettivo entro il prossimo congresso.”