Confedilizia: niente Ivc per i portieri di fabbricati

27/04/2007
    venerdì 27 aprile 2007

    Pagina 44 – Lavoro e Previdenza

    Confedilizia

      Niente Ivc per i portieri di fabbricati

        Nessuna indennità di vacanza contrattuale ai portieri. Allo stato attuale, i datori di lavoro dei dipendenti da proprietari di fabbricati (quali, per esempio, appunto il portiere, l’addetto alle pulizie ecc.) non devono corrispondere ai propri dipendenti l’indennità di vacanza contrattuale. Lo precisa la Confedilizia.

          Infatti, pur essendo scaduto lo scorso 31 dicembre il Contratto collettivo nazionale di lavoro firmato dalla Confedilizia, in rappresentanza della parte datoriale, e da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, in rappresentanza dei lavoratori, le Organizzazioni sindacali a tutt’oggi non hanno ancora presentato la loro piattaforma programmatica e non sono ancora iniziate le trattative per il rinnovo del Contratto in questione.

            Pertanto, precisa la Confedilizia, continua ad applicarsi la normativa scaduta e non va corrisposta ai dipendenti l’indennità di vacanza contrattuale, in quanto la stessa è dovuta, in caso di mancato accordo delle parti sociali, solo dopo tre mesi dalla data di presentazione della piattaforma anzidetta, se la stessa viene presentata dopo la scadenza del Contratto (ai sensi del comma 3 dell’art. 120 del Ccnl del 4/12/2003).