Confcoop, 2002 in miglioramento

04/11/2002

ItaliaOggi (Aziende e Affari)
Numero
259, pag. 11 del 1/11/2002



Fatturato a +10% e occupazione +7%.

Confcoop, 2002 in miglioramento

Si chiuderà in crescita il 2002 per la Confcooperative dell’Emilia Romagna: +10% il fatturato (13.010 milioni di euro), +7% l’occupazione. Alla soddisfazione per questi risultati si contrappone il duro giudizio sul governo. Dice Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative Emilia Romagna: ´Ci sentiamo traditi dal presidente del consiglio, che si era impegnato a modificare l’assetto di una legge che appiattisce la figura del socio lavoratore sullo status del lavoratore subordinato, svilendo il suo ruolo imprenditoriale e non assicurando alle coop quegli elementi di flessibilità che sono rivendicati da tutto il mondo produttivo’. Il settore agroalimentare è quello trainante per la Confcoop dell’Emilia Romagna, con 4.984 milioni di fatturato. Seguono le coop di servizi con 1.265 milioni. A parte vi è la cooperazione bancaria, cioè le ex-casse rurali, oggi banche di credito cooperativo, che hanno un giro d’affari di 5.631 milioni. Un buon risultato è la crescita del numero delle coop, salite a 1.858, +4,4%. Mentre il maggior incremento occupazione si è avuto nelle coop sociali, con 815 addetti in più (+11%). Infine, preoccupazione per il ´regionalismo incompiuto’: ´Un sistema imprenditoriale come il nostro’, conclude Gardini, ´deve avere la possibilità di contare su interlocutori certi, che non si rimpallino competenze e deleghe’.