Confcommercio vara maxiportale per negozi online

11/01/2001

loghino.gif (3272 byte)



Giovedì 11 Gennaio 2001
italia – economia
Confcommercio vara maxiportale per negozi online

MILANO Una vetrina virtuale a disposizione dei 750mila associati a Confcommercio; oppure la «via italiana» al commercio online (si veda «Il Sole-24 Ore» del 5 gennaio). Decolla da oggi Novocom.com, il portale che fa capo a una società frutto dell’alleanza tra Confcommercio (tramite Axiter detiene il 40% del capitale), Monte dei Paschi di Siena (10%) ed Etf group (40%); il restante 10% fa capo al management. Novocom a sua volta, tramite Axiter, ha una intesa con Banca Roma.

Obiettivo del progetto — ha sottolineato Sergio Billè, presidente di Confcommercio — è di far «cogliere alle aziende commerciali tutte le opprortunità offerte dalle nuove tecnologie».

Il vantaggio — come ricorda Giuseppe Di Marco, amministratore delegato di Novocom — consiste nella possibilità, offerta ai negozianti tradizionali, di avviare, a costi contenuti, anche un’attività di tipo commerciale via Internet.

Vediamo i costi di adesione al progetto Novocom. Per attivare una vetrina virtuale occorrono 250mila lire, cui va aggiunto una quota variabile sulle vendite del solo transato online a seconda della formula commerciale utilizzata (si oscilla dalle 50mila alle 190mila lire mensili).

Gli obiettivi sono ambiziosi. Finora hanno aderito alcune centinaia di dettaglianti. Alla fine del 2001 — ha sottolineato Di Marco — saranno oltre 4.500 i commercianti sul sito ma, entro il 2004, contiamo di arrivare a quota 20mila con un volume di transazione che dai 51 miliardi di quest’anno dovrebbe arrivare, nel giro di 4 anni, a 1.400 miliardi, che equivarranno a un fatturato, per Novocom, di circa 76 miliardi di lire.

—firma—V.Ch.