Confcommercio si rinnova e Genova cala il poker

20/04/2001




















giovedì 19 aprile 2001
Sebastiano Gattorno vicepresidente con delega alla logistica le nomine
Confcommercio si rinnova e Genova cala il poker


Meglio di così, per Genova, non poteva davvero andare. Nel nuovo vertice di Confcommercio, infatti, siedono da ieri quattro rappresentanti dell’economia genovese. Due di loro, Paolo Odone e Sebastiano Gattorno, sono i nuovi vicepresidenti, mentre altri due, Gigi Negri e Giorgio Bonetti, fanno parte del nuovo direttivo. Un riconoscimento che, al di là dei meriti dei singoli, premia la ritrovata leadership della Lanterna nell’economia e nel commercio. Non a caso, uno dei vicepresidenti sarà proprio Paolo Odone, al vertice della Camera di Commercio di Genova, e protagonista di una lenta azione di recupero sul fronte del mare.
Rispetto alla paventata "fronda" iniziale del mondo dello shipping, infatti, Paolo Odone ha giocato su due tavoli, facendo da collante fra il vertice nazionale (il presidente Sergio Billé) e la base genovese. Un lavoro di diplomazia che muoveva da punti lontanissimi, visto che dalla nuova Camera targata Odone erano rimasti clamorosamente esclusi gli agenti marittimi e gli spedizionieri, cioè la base storica dell’utenza portuale. La ferita si era via via sanata, con l’ingresso degli spedizionieri nella squadra degli industriali e, soprattutto, con un lavoro di ricucitura fra Odone e gli agenti genovesi.
Favorita anche dall’alleanza nazionale fra Confcommercio e Federagenti (l’associazione nazionale degli agenti marittimi guidati dallo scorso anno dal genovese Gigi Negri), la trattativa ha preso il binario giusto dopo le iniziali incomprensioni, culminando nell’ingresso degli agenti marittimi genovesi, con il suo presidente Giulio Schenone, nel consiglio della Camera genovese. Ora l’alleanza viene ulteriormente cementata dall’ingresso nel nuovo direttivo di Confcommercio di Gigi Negri, agente marittimo e terminalista titolare del Sech di Calata Sanità.
Al vertice della potentissima associazione del commercio italiano, però, oltre a Paolo Cesare Odone e a Gigi Negri, salgono però due esponenti dell’economia della Lanterna, l’amministratore della Superba Giorgio Bonetti e il presidente della SgfSocietà genovese finanziaria Sebastiano Gattorno. Per Gattorno, oggi al vertice del primo gruppo logistico e di spedizioni indipendente italiano guidato da Lorenzo Necci, il nuovo incarico è forse l’elemento più innovativo del vertice rinnovato della Confcommercio nazionale. Per lui, infatti, si aprono da oggi le porte della vicepresidenza operativa dell’associazione con delega ai problemi delle infrastrutture, della logistica e dei trasporti. Un incarico conseguente al business sviluppato in questi anni da Gattorno all’interno della Sgf e che ora trova espressione compiuta in questa nuova delega.
(mas.m.)