Confcommercio: «Passi indietro sulla Biagi»

26/07/2007
    giovedì 26 luglio 2007

    Pagina 11 – Economia

    Confcommercio

      «Passi indietro sulla Biagi»

        «Le modifiche introdotte dal Governo sul mercato del lavoro e sul tempo determinato colpiscono il settore del terziario che più di altri ha bisogno di flessibilità. Le misure sulla competitività non compensano, per esempio, le rigidità che si introducono sul tempo determinato».

        Critico il giudizio del presidente della Commissione lavoro di Confcommercio, Francesco Rivolta.

        «L’abolizione di alcuni strumenti prodotti dalla Legge Biagi, come il lavoro a chiamata e la penalizzazione economica del part time sotto le 12 ore, riportano indietro, favorendo di fatto il lavoro sommerso e limitando le opportunità di nuovi posti di lavoro, soprattutto femminili».