“ConfCom” La Fipe mette Billè alla porta

10/02/2006
    venerd� 10 febbraio 2006

    Pagina 29 – Economia

      RICAMBIO DOPO GLI SCANDALI ESPULSO L’EX PRESIDENTE DEI NEGOZIANTI

        La Fipe mette Bill� alla porta

          Oggi Confcommercio rinnova il vertice
          Sar� eletto Sangalli

            ROMA
            Il colpo fatale per Sergio Bill� � arrivato ieri mattina, quando un comunicato di Fipe – secco nella formulazione ma perentorio nel tono – ne annunciava l’espulsione (niente meno). Fipe � la federazione dei pubblici esercizi, la pi� numerosa all’interno di Confcommercio e quella con maggiore peso specifico nelle decisioni confederali. Bill� ne era rimasto presidente anche quando era assurto al pi� alto soglio confederale. Dissapori all’interno della federazione c’erano per� da tempo, la Sicilia – per dire – �feudo� originario di Bill�, guidava una fronda che dopo le ultime vicende giudiziarie era diventata incisiva.

            Nei 56 giorni da presidente �autosospeso�, Bill� non ha mai cessato di combattere per ribadire che formalmente lui aveva un ruolo e una carica, ancorch� sospesi, e che la sua situazione giudiziaria era tutt’altro che conclusa. Il 3 febbraio, per esempio, aveva cercato di invalidare una riunione di Giunta di Fipe e da allora la contesa con i �vertici pro tempore� aveva iniziato a degenerare verso lo scontro aperto. Poi ieri – con voto a porte chiuse ma a scrutinio palese – la giunta di Fipe lo ha espluso.

              La decisione avr� una conseguenza immediata: all’assemblea generale di Confcommercio che si terr� stamattina e dalla quale uscir� il nuovo presidente nella persona di Carlo Sangalli, Sergio Bill� non avr� pi� alcun titolo per poter partecipare. Fino a qualche giorni fa, infatti, si ipotizzava una sua possibile apparizione (con conseguente duro discorso) all’assemblea plenaria, nella sua qualit� di presidente di Fipe. �La Giunta di Presidenza – dice il comunicato della federazione – ha delegato il Vice presidente, Ezio Ardizzi, a partecipare, in rappresentanza della Fipe, all’Assemblea di Confcommercio e ha conferito al Vice presidente Guido Garavello, i poteri di ordinaria amministrazione della Federazione sino alla elezione del nuovo Presidente. Lo stesso Vice presidente, � stato incaricato di convocare, entro 90 giorni, l’Assemblea della Federazione per l’elezione del nuovo Presidente nella logica del rinnovamento della classe dirigente e del rilancio della Fipe�. All’assemblea confederale di stamattina parteciperanno circa 250 delegati eletti secondo un criterio di rappresentanza sia orizzontale (cio� relativo alle realt� territoriali) sia verticale (cio� rappresentativo delle federazioni di categoria). Oltre ad eleggere il presidente di Confcommercio, l’assemblea dovr� votare anche il Consiglio generale (il cosiddetto �parlamentino�) composto di 75 membri. Quest’ultimo, a sua volta, designer� la giunta e i vicepresidenti.