Concorsi e scommesse, è in arrivo un riassetto

21/02/2003





Venerdí 21 Febbraio 2003
Concorsi e scommesse, è in arrivo un riassetto


ROMA – I Monopoli di Stato cercano la nuova ricetta per rilanciare concorsi pronostici e scommesse. E in particolare il vecchio Totocalcio, che è stato "cannibalizzato" da gratta e vinci e lotterie tanto da registrare tra gennaio 2002 e gennaio 2003, confermando un trend che vige dal ’97, una flessione degli introiti del 20%. Una contrazione che inevitabilmente si traduce in minori entrate per lo Stato che adesso, dopo il trasferimento di concorsi e scommesse dal Coni ai Monopoli, vuole riformare e rilanciare l’intero settore, coinvolgendo anche i "concorrenti" come Lottomatica e altri operatori del settore, quali la Sisal. A loro, ma anche ad altri soggetti europei che presenteranno precisi requisiti, sarà aperta una gara per la gestione in chiave moderna di un sistema di raccolta delle giocate, che negli obiettivi del piano dei Monopoli guidati da Giorgio Tino dovrà consentire la possibilità di vendere i prodotti connessi alle manifestazioni sportive fino a pochi minuti prima dell’inizio dell’evento. Questi nuovi intermediari saranno i providers della raccolta e contribuiranno a infoltire le fila di una rete di distribuzione delle vendite che dovrà salire dai 18.800 Totoricevitori attuali a potenziali 25mila. Il progetto ambizioso, che per ora si presenta come un distillato del piano, è stato presentato ieri alla presenza di Tino, del sottosegretario del ministero per l’Economia Manlio Contento e del presidente del Coni, Gianni Petrucci. «Il rilancio dei prodotti e della rete – ha spiegato Tino – avrà un costo di 25 milioni, cui saranno chiamati a contribuire anche i providers. Ma l’effetto finale, oltre a una inversione del trend degli introiti, dovrà essere quello di una riduzione dei costi di gestione fino al 50%». Secondo quanto spiegato ieri da Tino, che ha comunque promesso la presentazione ufficiale del piano entro un paio di settimane, la rete di vendita sarà inoltre allargata a portali Internet dedicati ai giochi sportivi. Ma il gruppo di lavoro messo in piedi dai Monopoli di Stato sta studiando anche il restyling dei prodotti, e in particolare del Totocalcio e del Totogol che dovrebbero presentarsi in una nuova veste già dal prossimo settembre. Si stanno ancora valutando diverse opzioni per ridisegnare la schedina: tra le ipotesi sul tappeto ci sono schedine con 12/14 partite da pronosticare, l’inserimento di un pronostico speciale, oltre al classico 13, l’eventualità di una schedina modulare (ad esempio anche di nove gare) e possibilità di un’estrazione per la distribuzione dei premi di consolazione. Dal mese di aprile, invece, spariranno il Totobingol e il Totosei.
R.E.