Conad, un mese di spesa etica

08/07/2003

      martedì 8 luglio 2003

      L’1% lordo degli incassi di maggio è stato devoluto a un’iniziativa solidaristica
      Conad, un mese di spesa etica

      Mauro Favale

      BOLOGNA Un mese di spesa che vale quaranta ambulanze. Una spesa sicuramente
      «etica» e indirizzata al sociale quella che la cooperativa Conad Centro Nord ha promosso nel mese di maggio e che è valsa l’acquisto di ben quaranta veicoli che verranno
      utilizzati come mezzi di soccorso.
      L’occasione è stata dettata dai festeggiamenti dei primi 40 anni di attività della cooperativa. Una festa che ha voluto promuovere l’ennesimo progetto etico dopo quello, tra gli altri, che ha visto Conad contribuire alla costruzione di un ospedale in Mozambico. Questa volta, però, il territorio che usufruisce dell’iniziativa è quello compreso tra
      l’Emilia e alcune province della Lombardia.
      Le quaranta autoambulanze sono state consegnate, infatti, ad al trettante associazioni di volontariato delle province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Milano, Varese e Como.
      Il progetto è andato in porto grazie all’adesione dell’intero corpo sociale (composto da 456 imprenditori di Emilia nord e Lombardia) della cooperativa del Centro Nord che ha deciso una sorta di «autotassazione».
      L’1% lordo degli incassi del mese di maggio è stato devoluto per questa iniziativa solidaristica.
      Attraverso «la spesa etica» nei supermercati sono stati raccolti ben 1 miliardo e 800 milioni di vecchie lire. A questa cifra è stata aggiunta, poi, un’ulteriore donazione fatta dalla stessa Conad e dai fornitori della cooperativa di 600 milioni di euro, per arrivare alla cifra complessiva di 1 milione e 500 mila euro, destinata appunto all’acquisto di 40 autoambulanze. Gli automezzi sono divisi tra quindici auto monovolume, attrezzate
      come auto mediche, e altri venticinque furgoncini «Ducato» da dieci posti, adattati per il trasporto dei disabili. Le auto monovolume saranno tutte dotate di barelle rimovibili per il trasporto degli ammalati e di apparecchiature per la cardio rianimazione.
      La consegna dei mezzi, tutti realizzati dalla Aricar di Cavriago, è avvenuta sabato scorso in piazza della Vittoria a Reggio Emilia, alla presenza delle autorità cittadine.
      A beneficiare della donazione numerose associazioni di volontariato, Croce Rossa e Misericorde operanti nei territori dove sono presenti i punti vendita della catena di distribuzione.
      «Un risultato rilevante sia dal punto di vista economico sia da quello sociale e dell’impegno etico d’impresa – ha dichiarato Sergio Tovagliari, direttore di Conad Centro
      Nord – Lo scopo di questa iniziativa nello specifico è quello di intrecciare rapporti sempre più stretti tra punti vendita e territorio».