Conad Romagna Marche: il consorzio vuole triplicare il fatturato

09/05/2003


          Forlì
          venerdì 9 maggio 2003

          E ora il consorzio vuole triplicare il fatturato

          Triplicare il fatturato entro il 2005 e formare una nuova classe di imprenditori commerciali. Sono due sfide da far tremare i polsi, quelle annunciate ieri da Vitaliano Brasini, l’amministratore delegato di Conad Romagna Marche, il consorzio che domenica mattina terrà l’assemblea di bilancio al teatro Bonci di Cesena.
          L’assalto alla grande distribuzione dovrebbe portare all’apertura di nuovi punti vendita per 30 mila metri quadri nei prossimi due anni. Oltre a puntare sugli ipermercati, la Conad rafforzerà il tessuto dei cosiddetti superstore (superfici da 2500 mq): nel 2004 si alzerà il sipario a Cesena, sempre l’anno prossimo saranno pronti i supermercati di Ponte Abbadesse (nella periferia cesenate), di Misano (1500 mq) e il maxi negozio di Mercato Saraceno (800 mq). Consapevole del fatto che solo un ricambio imprenditoriale può assicurare lunga vita all’azienda, Conad insiste sulla formazione imprenditoriale. A fine luglio completeranno il ciclo di studi i 33 giovani che l’azienda ha fatto studiare in Francia, nella scuola della «grande distribuzione»: saranno assunti e innerveranno nuova linfa nella struttura commerciale.
          Il bilancio 2002 si è chiuso con un incremento di vendite al dettaglio dell’8% (850 milioni di euro) e la rete distributiva ha raggiunto i 358 punti vendita: 112 a marchio Conad e 246 «Margherita». L’utile è stato pari a 23.8 milioni di euro. Per la prima volta, infine, Conad ha compilato il «bilancio sociale»: documento che mette in luce il valore aggiunto apportato alla comunità dalle azioni dell’impresa.