Conad: leader della grande distribuzione da 40 anni

11/02/2005

    venerdì, 11 febbraio 2005
    Pagina 11

    numeri Conad

      2800 punti vendita, fatturato di 6500 milioni:
      leader della grande distribuzione da 40 anni

      Laura Matteucci

      MILANO Forte di 2.817 punti vendita, di un giro d’affari di oltre 6.500 milioni di euro, e di una quota di mercato superiore al 10%, Conad oggi è una delle realtà più importanti nel panorama della grande distribuzione. È la seconda catena commerciale d’Italia, appena dopo la Coop.

      Conad sta per Consorzio nazionale dettaglianti, che fa parte dell’Associazione nazionale cooperative dettaglianti (Ancd), aderente a Legacoop. Nasce il 13 maggio 1962 a Bologna, per iniziativa di alcuni dirigenti della cooperazione di consumo che portano avanti un progetto imprenditoriale fondato su un preciso patto associativo, con gli obiettivi di sviluppare la cooperazione fra imprenditori commerciali, di rinnovare l’impresa al dettaglio, di rafforzare la competitività e la redditività delle imprese associate.


      In oltre quarant’anni di attività Conad ha costruito un sistema distributivo molto esteso, diversificato per canali di vendita, con una presenza capillare sull’intero territorio nazionale, e con un’ampia offerta di prodotti e servizi.


      Il Consorzio è strutturato su tre livelli: gli imprenditori soci, titolari degli esercizi commerciali che compongono la rete di vendita diffusa capillarmente sul territorio nazionale; le cooperative e i consorzi, ovvero i grandi centri di acquisto e distribuzione che curano gli aspetti contrattuali e la logistica; infine, il consorzio nazionale, che è la centrale dei servizi commerciali e di marketing cui fanno capo tutte le attività del sistema Conad.


      I 2.817 punti vendita associati sono suddivisi tra supermercati, piccoli negozi, ipermercati e superstore. Per la precisione, 1.415 sono i punti a marchio Margherita, 1.388 a marchio Conad, cui si aggiungono 14 Ipermercati.
      Fatturato e quota di mercato sono destinati ad aumentare, anche in forza di alleanze strategiche strette in ambito europeo. L’ultima: nel novembre scorso, è stato siglato con Rewe Italia un accordo nell’ambito degli acquisti in Italia, che porterà la quota di mercato di Conad al 12,2% e il suo fatturato complessivo sugli 8mila milioni di euro. Ai 6.581 milioni di euro annui, si sommeranno infatti i 1.500 milioni di euro del gruppo Rewe, che detiene una quota di mercato superiore al 2,3%.


      L’accordo prevede l’ingresso in Conad di Rewe Italia, il gruppo cooperativo di origine tedesca che opera in Italia nel settore di supermercati ed ipermercati con le insegne Billa e Standa.


      Ma la strada internazionale era già stata imboccata anni prima. Nel 2001, infatti, Conad ha stretto un accordo di distribuzione ed integrazione logistica con il gruppo Leclerc, leader in Francia della moderna distribuzione (quota di mercato del 16,9%).


      Nell’ottobre del 2002, Conad ha raggiunto un’intesa anche con Coldiretti per la valorizzazione delle produzioni locali.