Conad aumenta i ricavi e prepara la creazione di 5800 nuovi posti

16/12/2010

Il gruppo Conad chiude un anno difficile per le famiglie e l’economia forte di un giro d’affari di 9,75 miliardi, in crescita del 5,1% rispetto al 2009, con una quota di mercato del 9,9%, che lo rende la seconda insegna in Italia dopo Coop. E, entro il 2013, annuncia investimenti per 770 milioni e la creazione di 5.800 posti di lavoro (2.100 al Sud), con l’apertura di 266 nuovi punti vendita. Conad, insomma, riesce ad andare in controtendenza e intende procedere senza intoppi con il suo piano di sviluppo,comeè emersodaunincontro a Milano con l’amministratore delegato Camillo De Berardinis e con il direttore generale Franco Pugliese. Tra gli obiettivi, quello di proseguire il programma di aperture di negozi dedicati «Sapori&Dintorni Conad », sulla scorta dei due punti vendita oggi attivi a Firenze. Pugliese ha annunciato «trattative in corso» per un insediamento in un aeroporto, senza però precisare in quale città. Escluso per oraunintervento all’estero, dove invece prosegue la ormai decennale collaborazione con la catena francese Leclerc e analoghe iniziative con gli altri partner soci della cooperativa europea Coopernic: Coop Svizzera, Colruyt (Belgio) e Rewe (Austria e Germania) per la commercializzazione di prodotti tipici regionali italiani. Un’operazione che a settembre è sbarcata ad Hong Kong e nel Sud della Cina, attraverso i punti vendita Park&Shop, e che proseguirà nel 2011. Complessivamente le attività legate alla gamma «Creazioni d’Italia» e «Sapori&Dintorni» chiuderà il 2010 con un fatturato di 40 milioni, in crescita del 15% rispetto al 2009. Nei programmic’è anche il prosieguo della mobilitazione per le liberalizzazioni: farmaci (nel 2011 verranno aperte 10 nuove parafarmacie), pompe di benzina, ottica. Il tutto in un contesto per nulla favorevole: «Nessun indicatore fa pensare che il 2011 sarà migliore – dice
Pugliese – I consumi non ripartiranno, e il Paese sarà più povero. Il nostro obiettivo, quindi, è andare incontro ai consumatori, con sconti e promozioni a largo raggio».