CON IL CONTRATTO FERMIAMO LA SVENDITA

17/05/2012

17 maggio 2012

Con il contratto fermiamo la svendita

Oggi giovedì 17 maggio è stata lanciata la campagna conilcontratto.it promossa da Filcams Cgil, Nidil Cgil e la campagna Giovani NON+ disposti a tutto Cgil, insieme ad alcune associazioni di giovani professionisti, Iva sei Partita e VI Piano, e associazioni studentesche. Si tratta di un’iniziativa rivolta a praticanti, tirocinanti, collaboratori a partita iva e a progetto che ha l’obiettivo di portare la loro voce sul tavolo della Contrattazione Collettiva Nazionale e sperimentare nuovi modi di fare rappresentanza.

La Campagna è stata lanciata con l’iniziativa: “Il pullman dei diritti”: un autobus, appositamente attrezzato, ha attraversato le vie di Roma per incontrare studenti, praticanti, collaboratori e partite Iva; facendo sosta in alcuni punti simbolici per i soggetti interessati dalla campagna: l’università La Sapienza di Roma, Piazza Cola di Rienzo e il Tribunale.

“Un’iniziativa innovativa” come ha affermato durante la conferenza stampa Franco Martini, segretario generale della Filcams Cgil “Il rinnovo del contratto nazionale degli studi professionali è un importante elemento di discontinuità con il passato, e ci offre un’opportunità in più per combattere l’uso improprio del praticantato e di altre forme di lavoro.” “Il pullman dei diritti che oggi ha girato per le strade di Roma” prosegue Martini “è un luogo simbolico, un punto d’incontro per un mondo del lavoro destrutturato, caratterizzato da molta solitudine. C’è bisogno di punti di riferimento e noi, come sindacato, vogliamo offrire un’occasione di incontro e partecipazione.”

“Nidil, che rappresenta le figure atipiche quali i collaboratori, le partite Iva, i lavoratori interinali e in generale la galassia dei lavoratori precari, ha da tempo lanciato l’allarme sull’uso distorto di queste tipologie contrattuali, utilizzate spesso dalle aziende con il solo intento di ridurre il costo del lavoro e con esso i diritti” è quanto ha dichiarato Filomena Trizio segretaria generale del Nidil Cgil.
“Il nostro compito è quello di tutelare i lavoratori veramente autonomi e contrastare invece tutti gli abusi. In questo senso registriamo oggi un primo dato positivo all’interno della riforma del lavoro, che è quello di una distinzione fra veri autonomi e abusi, soprattutto per quanto riguarda le partite Iva. Elemento essenziale nel percorso che lanciamo oggi – conclude Filomena Trizio – è l’avvio di un lavoro comune con i movimenti e le associazioni di professionisti e praticanti, superando l’individualismo che spesso caratterizza queste figure: la contrattazione iniziata con Filcams va esattamente in questa direzione.”

Ilaria Lani, Responsabile Politiche Giovanili della Cgil Nazionale dichiara “I giovani nell’accesso al lavoro, i praticanti e tirocinanti, chi lavora con partita iva o collaborazione sono spesso vittime di moderne forme di sfruttamento: assenza di diritti e tutele e nessuna garanzia sui compensi, così come abbiamo denunciato con la campagna giovani NON + disposti a tutto della CGIL. A partire da questa consapevolezza la campagna conilcontratto.it vuole raccogliere la sfida di dare tutele contrattuali a chi oggi ne è escluso e sperimentare un nuove forme di aggregazione e rappresentanza per rendere queste lavoratrici e questi lavoratori protagonisti della nostra azione contrattuale.”