Comunicazione McDonald’s: RIENTRO DA MALATTIA

Comunicazione Mc Donald’s

Oggetto: RIENTRO DA MALATTIA

Vi ricordiamo che “il lavoratore che presta servizio in aziende addette alla preparazione, manipolazione e vendita di sostanze alimentari di cui alla legge n. 283/62 ha l’obbligo, in caso di malattia di durata superiore ai cinque giorni, di presentare al rientro in servizio al datore di lavoro il certificato medico dal quale risulti che il lavoratore non presenta pericolo di contagio dipendente dalla malattia medesima” (art. 122 CCNL).
Il costo di detto certificato, inoltre è a carico del dipendente.

L’obiettivo aziendale di disincentivare le malattie, utilizzando correttamente il CCNL, sta facendo emergere una serie di problemi:
·Molti medici si rifiutano di certificare il rientro quando lo stato di malattia nulla ha a che fare con il pericolo di contagio (mal di schiena, emicranie….)
·Il costo del certificato, che è di £ 50.000

Il vero nodo, sta nella definizione del CCNL che individua una causale temporale slegata dell’evento morboso, per cui occorrerebbe un chiarimento che individui invece le causali oggettive.

Che fare???

Filcams CGIL MIlano