Comunicazione di cessazione rapporto di lavoro domestico

La lavoratrice/tore per dimettersi deve dare il periodo di preavviso previsto dal CCNL,
e dichiarare la propria volontà di risolvere il rapporto di lavoro con una lettera da spedire Raccomanda R/R.

Il datore di lavoro fino al 31/3/2011
A seguito delle dimissioni o del licenziamento dovrà comunicare la cessazione del rapporto di lavoro all’INPS.
– con collegamento al sito www.inps.it
– con consegna a mano, avendo cura di farsi rilasciare dall’Ufficio un protocollo contenente data di consegna e ufficio che lo rilascia;
– con una telefonata al contact center dell’INPS nr. 803.164
– raccomandata A/R.

modulistica da compilare in caso di trasformazione , proroga e cessazione del rapporto
istruzioni mod. variazione.pdf
variazioni colf.pdf

Utilizzo del canale telematico dal primo aprile 2011

Dal 1° aprile 2011 la presentazione delle comunicazioni obbligatorie di assunzione, trasformazione, proroga e cessazione per lavoro domestico dovrà avvenire attraverso uno dei seguenti canali:
 

    • WEB -  servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
    • Contact Center Multicanale  – numero verde  803164
    • Intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti agli stessi.

 

Presentazione della comunicazione di assunzione, trasformazione, proroga e cessazione per lavoro domestico tramite WEB
 
Il servizio è disponibile sul sito internet dell’Istituto www.inps.it, nella sezione SERVIZI ONLINE attraverso il seguente percorso: Al servizio del cittadino – Autenticazione con PIN/Autenticazione con CNS – Servizi rapporto di lavoro domestico – Iscrizione rapporto di lavoro/Variazione rapporto.
 
Si ricorda che, ai sensi delle norme vigenti,  i termini di presentazione sono:
-       per la comunicazione di assunzione, entro le ore 24 del giorno antecedente l’inizio del rapporto di lavoro (art. 9 bis, comma 2, D.L. 510/96 convertito con modificazioni dalla L. 608/96, come modificato dall’art. 1, comma 1180, L. 296/06);
-       per la comunicazione di trasformazione, proroga e cessazione, entro 5 giorni dall’evento (art.4 bis D. Lgs  181/00 e art. 21, L. 264/49 come modificato dall’art.6, comma 3, D.Lgs  297/2002).
Nel caso di omessa o ritardata presentazione della comunicazione sono previste sanzioni amministrative,  comminate  dall’ Ispettorato  del  Lavoro, da € 100,00 a  € 500,00 per ciascun lavoratore interessato (art. 19, comma 3, D.Lgs. 276/03).

Variazione del rapporto di lavoro
 

La procedura telematica consente l’inoltro delle variazioni che sono strettamente oggetto di obbligo di comunicazione e  interessano:
 
-      la proroga del termine del rapporto di lavoro inizialmente dichiarato nella dichiarazione di iscrizione;
-      la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato;
-      la cessazione del rapporto di lavoro.
 
Si precisa che le ulteriori informazioni delle quali è possibile comunicare la variazione  – indirizzo, orario di lavoro, retribuzione ecc…- sono necessarie per il corretto adempimento degli obblighi cui è tenuto il datore di lavoro nei riguardi dell’ INPS. In particolare è onere del datore di lavoro comunicare  le variazioni di orario di lavoro e/o di retribuzione, che saranno acquisite in relazione al rapporto di lavoro dichiarato.
L’aggiornamento di tali dati è indispensabile per il calcolo corretto dei contributi da versare, indipendentemente dalla modalità di pagamento che il datore di lavoro dovesse scegliere.
Tutte le variazioni comunicate sono definitivamente acquisite nell’archivio dell’INPS.
  
Gli operatori del Contact Center  ( numero verde  803.164 attivo dal lunedì al venerdì ore 8-20 ed il sabato  ore 8-14 ) forniranno inoltre tutte le informazioni e l’assistenza  ai cittadini che utilizzano il canale web.


Comunicazione di assunzione, trasformazione, proroga e cessazione per lavoro domestico tramite Contact Center

Per assicurare, l’accesso al servizio a tutti i soggetti,  compresi quelli che non hanno possibilità o facilità di utilizzo di strumenti informatici, è sempre prevista in alternativa la disponibilità della comunicazione telefonica, rivolgendosi al Contact Center Multicanale Inps-Inail, numero verde 803.164, che provvederà all’acquisizione della comunicazione, previa identificazione del soggetto dichiarante.
 
L’identificazione del soggetto dichiarante tramite PIN e codice fiscale è necessaria anche  per le comunicazioni effettuate utilizzando il Contact Center.
 
Per un periodo transitorio, fino al 30 settembre del corrente anno,  saranno acquisite anche le comunicazioni di soggetti sprovvisti di PIN ma contestualmente all’accettazione della comunicazione, l’operatore del contact center attiverà il percorso per l’assegnazione del PIN al soggetto; dal 1° ottobre non saranno pertanto  accettate comunicazioni da soggetti non identificabili tramite PIN.
 
Si precisa che le variazioni del codice fiscale del datore di lavoro e/o del lavoratore conseguenti la modifica effettuata dall’Agenzia delle Entrate e le variazioni dello stato di parentela/affinità, coniugio e di invalidità  possono essere comunicate solo tramite il Contact Center che provvederà alla trasmissione della comunicazione,  direttamente alla sede competente per territorio in base alla residenza del soggetto interessato, per i successivi adempimenti.

Il versamento dei contributi all’INPS dovrà essere effettuato entro 10 giorni dal licenziamento o dimissioni. Per informazioni su INPS chiamare il n. 803164