COMUNICATO STAMPA:SABATO 18 LUGLIO SI ASTERRANNO DAL LAVORO TUTTI I DIPENDENTI DELLA CARREFOUR ITALIA

22/07/2009

Sabato 18 luglio si asterranno dal lavoro tutti i dipendenti della Carrefour italia

Sabato 18 luglio si asterranno dal lavoro tutti i dipendenti della Carrefour Italia. Lo sciopero è stato indetto da Filcams-Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil in seguito alla disdetta del contratto integrativo aziendale comunicata il 7 luglio scorso dal gruppo Carrefour.

“È la prima risposta” dichiara Franco Martini segretario generale della Filcams Cgil “ad un atto unilaterale che pregiudica le relazioni sindacali, e fa’ emergere il vero obiettivo dell’azienda che era quello di eliminare la storia della contrattazione integrativa del gruppo, togliendo diritti economici e normativi ai lavoratori.”

Una rete distributiva composta da 1.563 punti di vendita di cui 65 ipermercati Carrefour, 499 supermercati GS, 984 supermercati di prossimità DìperDì, 15 cash&carry ad insegna Docks Market e Grossiper e circa 26000 dipendenti: con questi numeri Carrefour è una delle più importanti catene della grande distribuzione italiana.

Il licenziamento di circa 116 dipendenti dell’Iper di Roma, la Romanina, le procedure di mobilità aperte per la chiusura di altri due Iper – Roma Raffaello e Bari Nord e la riduzione di personale per gli Iper di Lecce, Bari Pasteur, Capodrise e Casoria in Campania per un totale di 547 dipendenti, la cessione a Coop estense degli ipermercati di Bari, Brindisi, Lecce e Matera, non comunicata ai sindacati e poi la totale disdetta del contratto integrativo aziendale comunicata il 7 luglio scorso.
Sono le azioni dell’azienda che, giustificate dalla necessità di un nuovo progetto di ristrutturazione nascondono l’incapacità di Carrefour di trovare soluzioni per il contenimento dei costi che non siano a discapito dell’occupazione e dei lavoratori.

A marzo scorso era iniziata una fase di trattativa con i sindacati, ma il piano industriale di ristrutturazione presentato da Carrefour è risultato carente è stato infatti dichiarato un impegno di spesa che riguardava il solo 2009, pari a 40 milioni di euro finalizzati a ristrutturare e rilanciare commercialmente i diversi punti vendita in crisi.

Contemporaneamente l’azienda ha proposto la disapplicazione di alcuni punti del Contratto integrativo aziendale per 18 mesi, da differenziare tra i negozi considerati in crisi e le restanti strutture: pause, maggiorazioni del lavoro domenicale e festivo, integrazione malattia e infortunio e salario variabile, il pacchetto su cui poggiava la proposta di Carrefour.

Proposta ritenuta inaccettabile da parte delle OO.SS., che si sono dichiarate contrarie a definire un accordo sull’occupazione con tali presupposti.
La situazione già evidentemente critica, si è aggravata con la notizia e poi la conferma della vendita di parte dell’azienda nel sud, la cessione a Coop Estense degli ipermercati di Bari, Brindisi, Lecce e Matera, e poi con la totale disdetta del contratto integrativo aziendale comunicata il 7 luglio scorso.

I sindacati unitari quindi hanno proclamato lo stato di agitazione e indetto lo sciopero di tutti i dipendenti per sabato 18 luglio prossimo.

TUTTE LE INIZIATIVE DI SCIOPERO DI SABATO 18 LUGLIO

Molti i presidi che i dipendenti, aderenti allo sciopero, stanno organizzando davanti ai diversi punti vendita dislocati su tutto il territorio italiano. Da Milano a Bari, da Caserta a Torino, fin dalle prime ore del mattino, saranno in tanti a manifestare per esprimere il loro dissenso ad una azione unilaterale grave e irresponsabile.

PIEMONTE
TORINO: circa 3000 dipendenti della Carrefour/Gs Italia si asterranno dal lavoro e a partire dalle 9.30 terranno un presidio davanti all’ipermercato di Corso Montecucco

CAMPANIA
CASORIA: Provincia di Napoli, 220 dipendenti manifesteranno dalle 6.00 del mattino di sabato 18 luglio davanti all’ipermercato Carrefour di Casoria
CAPODRISE: Provincia di Caserta, i dipendenti dell’ipermercato Carrefour organizer ranno un presidio per tutta la mattina di sabato 18 luglio.

TOSCANA
FIRENZE: Calenzano presidio dalle 9.00 alle 12.00 davanti all’Ipermercato Carrefour
PISA: sciopero e volantinaggio davanti all’Ipermercato di Carrefour di Via Fabbricone Pontecorvo.

PUGLIA
LECCE: Cavallino: primo presidio a partire dalle ore 6.00, secondo presidio alle ore 18.00 con volantinaggio.

BASILICATA
MATERA: località Venusio a partire dalle 6 ci sarà il presidio ipermercato Carrefour

LAZIO
ROMA: presidi durante tutta la mattina di sabato 18 luglio davanti ai punti vendita di Carrefour

LOMBARDIA
MILANO: Carugate dalle 6.00 del mattino presidio davanti al punto vendita Carrefour
Paderno: 6.00 del mattino presidio davanti al punto vendita Carrefour
Presidi con volantinaggio dalle 10 alle 12 davanti ai centri Carrefour di Assago, Carugate Paderno

EMILIA ROMAGNA
CASALECCHIO: (Bo) presidio dalle ore 9.00 davanti all’Iper Carrefour
BAZZANO: (Bo) presidio dalle ore 9.00 davanti all’Iper Carrefour

VENETO
MARCON: presidio e volantinaggio dalle ore 05 sino alle 18.00 davanti all’ Iper Carrefour
PORTOGRUARO: presidio e volantinaggio dalle 08 alle 12.00 davanti all’Iper Carrefour