Computime, Esito incontro 21/12/2015

Roma, 22 dicembre 2015

Il giorno 21 dicembre abbiamo incontrato Computime al fine di proseguire il confronto sulla procedura 223/91 avviata dalla società.

La società conferma la possibilità di reimpiegare parte del personale dichiarato in esubero su altre attività nel caso i lavoratori siano disposti ad accettare inquadramenti e orari inferiori.

Per quanto riguarda un eventuale accordo di non opposizione al licenziamento, la società mette a disposizione, oltre all’indennità sostitutiva di preavviso e tutte le altre competenze di fine rapporto, un importo di 2000 euro netti per lavoratore. L’azienda riconoscerà inoltre il valore di eventuali strumenti di lavoro acquistati dai lavoratori a proprie spese.

Abbiamo segnalato che un piano di incentivazione di questa portata non avrebbe probabilmente grande successo, e chiesto quindi di fare ulteriori valutazione sugli importi.

Nel corso del confronto abbiamo avuto notizia che la società non versa la contribuzione per la CIGS, in quanto e inquadrata come attività commerciale di servizi.

Alla luce di questo sono venute meno le ragioni di un accordo in tempi brevi, in quanto non esistono penalizzazioni sugli ammortizzatori sociali.

Comunicheremo a breve la data di incontro per il proseguo della fase sindacale.

p. La Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt