Proclamazione unitaria sciopero dipendenti Compass Group Italia 30/11/2012

Roma, 19 Novembre 2012

Le scriventi Organizzazioni Sindacali denunciano la gravissima situazione determinatasi nella società Compass Group Italia SpA.

Nel merito, detta società ha attivato una procedura di licenziamento collettivo che riguarda 824 lavoratori su un organico complessivo dichiarato di 7941 dipendenti, presenti in diversi settori e, nello specifico, Pulizie Industriali e Multiservizi, Ristorazione Collettiva, Turismo, Agro Alimentare e Trasporti.

Detta procedura è intervenuta senza alcun preventivo confronto con le OO.SS., come previsto dai contratti collettivi applicati nei diversi settori ed è stata altresì oggetto di richiesta di ritiro a seguito di specifiche denunce e contestazioni, da parte delle OO.SS., per la sussistenza di vizi formali e sostanziali presenti nella stessa, tali comunque da non consentire le condizioni per un corretto esame congiunto tra le parti.

Negli incontri effettuati il 12.10 e il 05.11 c.a., la dirigenza di Compass Group Italia ha, di fatto, confermato che l’azienda non intende rinunciare ai licenziamenti dichiarati nel solo scopo di attuare il proprio piano organizzativo, quindi si è rifiutata di ritirare la procedura avviata, dichiarando, strumentalmente, una presunta

totale disponibilità al confronto solo ed esclusivamente nell’ambito della procedura contestata dalle OO.SS. senza presentare un piano industriale.

L’atteggiamento e la volontà dell’azienda hanno dunque determinato l’impossibilità di sviluppare un confronto costruttivo in un contesto corretto, privo di indebite pressioni ed in grado di consentire le condizioni necessarie ad agevolare l’individuazione di soluzioni condivise ed alternative ai licenziamenti collettivi.

Nel clima di grandissima tensione e preoccupazione creato tra tutti i lavoratori di Compass Group Italia SpA, il 29 ottobre u.s., le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno attivato le procedure previste dalla legge 146/90 e dalla legge 83/00.

Ora, il perdurare di un simile atteggiamento della società Compass Group Italia, nella pervicace volontà dell’azienda di giungere all’attivazione dei licenziamenti collettivi intimati attraverso la procedura, risulta inaccettabile per le OO.SS. che, dunque, si vedono costrette ad attivare tutte le iniziative indispensabili al fine di tutelare l’occupazione ed il reddito di tutte le lavoratrici ed i lavoratori della Compass.

Pertanto
le scriventi Organizzazioni Sindacali proclamano una prima giornata di sciopero nazionale di tutti i lavoratori dei settori Turismo-Ristorazione Collettiva e Pulizie-Multiservizi della società Compass Group Italia SpA per l’intero turno di lavoro il giorno 30 novembre 2012.

La presente comunicazione ai sensi ed in coerenza di quanto stabilito della legge 146/90, della legge 83/00 e dai protocolli in materia di sciopero dei vigenti CCNL Turismo parte Speciale Pubblici Servizi-Ristorazione Collettiva e dei Lavoratori Dipendenti da Imprese Esercenti Servizi di Pulizia e Servizi Integrati/Multiservizi.

p. FILCAMS-CGIL p. FISASCAT-CISL p. UILTUCS-UIL p. UILTRASPORTI-UIL
(Elisa Camellini) (Giovanni Pirulli) (Gabriele Fiorino) (Marco Verzari)