COMPASS GROUP ITALIA, IL 30 NOVEMBRE SCIOPERO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI

26/11/2012

26 novembre 2012

COMPASS GROUP ITALIA, il 30 novembre sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori

Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Uiltrasporti Uil hanno proclamato lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori di Compass Group Italia per il prossimo 30 novembre per contestare la decisione aziendale di licenziare più di 800 dipendenti per attuare il proprio piano organizzativo.

La Compass Group, multinazionale della ristorazione collettiva e dei servizi di supporto (360 mila dipendenti nel mondo) che opera in Italia con diversi divisioni, ha infatti comunicato alle organizzazioni sindacali nazionali una procedura di mobilità che riguarda più di 800 dipendenti su quasi 8mila.

Gli ultimi incontri, nonostante le contestazioni avanzate dalle Organizzazioni Sindacali in merito a vizi formali e sostanziali della procedura, non sono serviti a modificare la posizione della Compass che ha confermato di non ritirare la procedura avviata
I sindacati hanno quindi confermato lo stato di agitazione e proclamato sciopero nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori di Compass Group Italia dei comparti ristorazione collettiva, pulimento e commercio per il prossimo 30 novembre.

Per avere la massima partecipazione allo sciopero proclamato, durante il mese di novembre saranno avviate, sia a livello nazionale che territoriale, alcune iniziative: per informare le lavoratrici e dei lavoratori, attraverso assemblee sindacali da tenersi in tutti i posti di lavoro; per sensibilizzare le aziende committenti, i loro dipendenti e le rappresentanze sindacali degli stessi, per il necessario supporto e sostegno alle rimostranze dei lavoratori Compass; per coinvolgere gli organismi pubblici preposti alla risoluzioni di tali vertenze e l’opinione pubblica, attraverso indizione di assemblee pubbliche, presidi, richieste di incontri e comunicati congiunti.

Si terranno iniziative in tutte le province ove presenti strutture di Compass, tra cui Milano, dove saranno organizzati 2 presidi davanti alla sede centrale e davanti alla Confcommercio; a Roma si svolgerà una manifestazione sotto la sede romana dell’azienda ed a Torino davanti al Comune ed alla sede Aziendale.