Compass cede la ristorazione a Macquarie e Wallenberg

10/04/2006
    luned� 10 aprile 2006

    Pagina 32 – Economia

      Intesa da 1,82 miliardi di sterline, Autogrill potrebbe candidarsi come partner dei nuovi proprietari

        Compass cede la ristorazione
        a Macquarie e Wallenberg

          LONDRA – Autogrill d� l�addio (almeno per il momento) alla Ssp, l�attivit� di catering della Compass per cui aveva presentato un�offerta nei mesi scorsi. Il gruppo inglese infatti ha confermato ieri di aver venduto il business per 1,82 miliardi di sterline a un consorzio guidato dalla famiglia svedese Wallenberg (i proprietari della Abb) e dalla banca australiana Macquarie.

          Eqt partners, fondo di private equity della dinastia di Stoccolma, comprer� direttamente il ramo di ristorazione aeroportuale e nelle stazioni. La banca d�affari invece rilever� le stazioni in autostrada. Autogrill, per�, potrebbe ancora in teoria giocare un ruolo nella partita. Certo Macquarie � gi� un operatore molto attivo sul fronte del commercio aeroportuale (ha una quota anche in Aeroporti di Roma). Ma nessuno dei due nuovi proprietari di Ssp � in realt� un protagonista "puro" del settore e la societ� guidata da Gianmario Tondato potrebbe candidarsi a questo punto come partner industriale.

          Compass invece utilizzer� la liquidit� incassata (ben pi� di quanto speravano gli analisti) per rimettere in ordine il suo business pi� tradizionale della ristorazione. La societ� britannica ha vissuto un anno non facilissimo sia per i problemi di diverse mense scolastiche nel Regno Unito sia per quelli legati alle forniture delle truppe impegnate nella guerra in Medio Oriente. Eventi che l�hanno costretta a rivedere al ribasso per ben quattro volte consecutive le proprie previsioni di utili.

          Il colosso britannico in particolare � stato costretto ad ammettere una serie di irregolarit� nell�aggiudicazione di alcune commesse dall�Onu, anche se alla fine la responsabilit� � ricaduta solo sulle spalle di alcuni isolati funzionari. L�indagine interna al gruppo condotta dallo studio legale Freshfields Bruckhaus Deringer, coadiuvato dai consulenti di Ernst&Young, ha portato alla luce, secondo quanto ha dichiarato la stessa societ�, diversi problemi di controllo interni sfociati in vere e proprie irregolarit�. L�ispezione � durata tre mesi e ha interessato Ess (Eurest Support Service), la divisione di catering che stipulava contratti e forniture alimentari per le mense dei militari e dei funzionari dell�Onu. Al termine dell�inchiesta sono state individuate responsabilit� di alcuni singoli dipendenti: lo scorso novembre erano gi� state licenziate tre persone legate allo scandalo

          La cessione di Ssp � stato uno dei prezzi da pagare per uscire dalla crisi. L� operazione di cessione � partita a settembre dello scorso anno, all�appuntamento con le offerte si erano presentati in cinque-sei. Accanto ad Autogrill, alcuni fondi di private equity tra cui Tpg (Texas Pacific Group), Blackstone e Clayton Dubilier Rice.

          Dall�estate del 2004, anno in cui sono iniziati i problemi per Compass, il titolo del gruppo britannico ha perso il 28% del suo valore mentre l�indice Ftse 100 nello stesso periodo ha messo a segno un rimbalzo del 32%. Lo scorso anno l�azienda ha visto la redditivit� ridursi al lumicino dopo la perdita di diversi contratti e da allora, oltre al piano di cessioni, ha avviato una drastica riorganizzazione che ha ridotto da otto a quattro le divisioni del gruppo e ha visto andare in fumo diverse migliaia di posti di lavoro. La cessione di Ssp dovrebbe per� essere l�ultimo tassello del riassetto di Compass.