Compar, esito incontro 30/10/2018

Roma 05/11/18

Testo Unitario

Lo scorso 30 ottobre, le OO.SS. Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs hanno incontrato la Direzione della Compar SpA, società che opera nel comparto del commercio al dettaglio di calzature ed accessori per il tramite di 450 punti vendita a marchio Bata e AW LAB in tutta Italia, la maggior parte dei quali a gestione diretta (infatti, dei 250 negozi Bata solo il 30% sarebbe in franchising, mentre dei 200 punti vendita AW LAB la presenza di franchising arriverebbe al 50%).

Stando alle informazioni rassegnateci dalla Direzione, la situazione del business aziendale sarebbe stata contraddistinta negli ultimi 4 esercizi dal sotto riportato andamento degli indicatori elencati:

Indicatore
Esercizio 2017
Esercizio 2016
Esercizio 2015
Esercizio 2014
VALORE DELLA PRODUZIONE
368.855.000 €
354.471.000 €
358.959.000 €
330.366.000 €
RISULTATO OPERATIVO
1.347.000 €
-5.763.000 €
-17.259.000 €
-38.027.000 €
UTILE NETTO
1.269.000 €
-7.149.000 €
-23.124.000 €
-42.060.000 €
DIPENDENTI
1.882
1.921
1.993
2.022

L’azienda ha comunicato alle OO.SS. che è dal 2016 con l’ingresso di Mattew Cook, President-Developed Markets, che si sta occupando di realizzare un piano di risanamento per preservare la propria struttura aziendale e per recuperare fette di fatturato che le consentano di garantirle la continuità operativa.
Nonostante la precedente dichiarazione abbiamo comunicato che tale azione ha portato anche alla perdita di posti di lavoro a fronte delle chiusure operate, pertanto abbiamo concordato che prima di effettuare nuove chiusure siano fatte comunicazioni alle nostre sigle sindacali.

Dobbiamo comunque affermare che se si sommano le perdite registrate nel quadriennio analizzato, ammontanti complessivamente a 72.333.000 €, si comprenderà appieno che la circostanza che l’esercizio 2017 si sia chiuso con più di un milione di euro di utile netto rappresenti certamente una buona notizia ma non tale da far apprezzare una netta inversione di trend.

Le OO.SS. e Direzione aziendale hanno stabilito di aggiornarsi per i primi mesi dell’anno prossimo al fine di confrontarsi sulla chiusura dell’esercizio 2018 e sulle eventuali modifiche di assetto commerciale in termini di nuove aperture e di eventuali chiusure di pdv.

P.Filcams CGIL Nazionale
Vanessa Caccerini