Como. Imprese di pulizia ferme per due giorni

11/06/2007
    sabato 9 giugno 2007

    Pagina 21 – Como

    Sciopero generale per il contratto

    Imprese di pulizia ferme
    per due giorni da martedì

      E intanto anche i lavoratori delle imprese di pulizia martedì e mercoledì prossimo scendono in piazza. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti hanno infatti proclamato per il 12 e 13 giugno uno sciopero per l’intera giornata. I lavoratori delle imprese pulizie e multiservizi a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto nazionale organizzeranno un presidio dalle 10 alle 11 davanti alla Prefettura di via Volta 50.

      A distanza di ventiquattro mesi dalla scadenza del Contratto nazionale, i lavoratori Comaschi ritornano a manifestare per rivendicare il «legittimo diritto al rinnovo contrattuale». Le Associazioni Imprenditoriali del settore aderenti a Confindustria, Lega Coop, Confcooperative, Confapi e Agci secondo i sindacati «sostengono soltanto a parole la necessità di introdurre nel settore degli appalti di servizi pubblici e privati regole certe che garantiscano un libero mercato ed una legale concorrenza tra le imprese».

      «Le controparti invece – continuano i sindacati – hanno solo proposto soluzioni tendenti, esclusivamente, a ridurre le tutele economiche e normative dei lavoratori ed agevolare l’evasione contrattuale e contributiva, favorendo implicitamente il proliferare delle imprese fasulle e cooperative spurie che operano illegalmente sul mercato.

      Filcams-Fisascat-Uiltrasporti di Como ritengono oramai irrinunciabile a livello territoriale un ulteriore ricorso alla mobilitazione della categoria. Gli slogan della manifestazione sono contro gli appalti al massimo ribasso, contro il lavoro nero e precario, e per un contratto di lavoro che riconosca i diritti e le tutele ai lavoratori.