Commercio: piccoli esercizi in grave crisi strutturale

12/03/2001


Sabato 10 Marzo 2001

Unioncamere
Commercio, i piccoli esercizi vivono una grave crisi strutturale

ROMA —Il commercio soffre. Soprattutto i piccoli esercizi. Secondo Unioncamere a fronte di una stagnazione dell’ultimo trimestre 2000, le vendite registrano un calo dell’1,6% nella piccola distribuzione mentre crescono in quella grande (+5,1%). Anche per il prossimo futuro previsioni non rosee: il saldo tra le piccole imprese che prevedono un aumento delle vendite e quelle che stimano un calo nel primo trimestre 2001, si attesta a -5%. Aspettative positive invece per la grande distribuzione (+8 il saldo). Una fotografia che – sottolinea il presidente di Unioncamere, Sangalli – evidenzia «lo stato strutturale di sofferenza dei piccoli esercizi». Si rende pertanto necessario «un ripensamento globale da parte dei poteri pubblici, centrali e locali». In attesa di una politica-quadro, «urgono interventi di defiscalizzazione come l’eliminazione delle obsolete tasse sulle insegne ed incentivi finanziari per la formazione di addetti.