Commercio, otto ore di stop per il contratto

06/02/2004

06.02.2004

SCIOPERI
Commercio, otto ore di stop
per il contratto

Otto ore di sciopero del terziario entro marzo.
È quanto hanno deciso le segreterie nazionali di
Filcams, Fisascat e Uiltucs, a sostegno delle
trattative per il rinnovo del contratto nazionale di
lavoro.
«Un milione e 800.000 lavoratrici e lavoratori del
terziario, distribuzione e servizi, attendono da oltre
un anno il rinnovo del contratto nazionale di lavoro»,
spiegano i sindacati.

venerdì 6 febbraio 2004

Commercio,
8 ore di sciopero
La vertenza sul contratto
Otto ore di sciopero dei lavoratori del commercio entro la fine del mese di marzo. E’ questa l’iniziativa di lotta decisa dalle segreterie nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs per sollecitare il rinnovo del contratto nazionale. Nelle prossime settimane i sindacati definiranno le modalità di attuazione di altre otto ore di sciopero nazionali. Il confronto con Confcommercio si è interrotto il 26 novembre 2003. La decisione di inasprire la vertenza è stata presa «stante il permanere di questa situazione e in considerazione del fatto che, a tutt’oggi, non vi sono sostanziali novità nel merito delle trattative per il rinnovo del contratto», atteso da oltre un anno da un milione e 800 mila addetti del terziario.