Commercio: la Filcams Cgil si dissocia ma non è guerra

21/06/2004

    domenica 20 giugno 20004

    Pagina 5 – Attualità

    RINNOVO DEL CONTRATTO

    Commercio: la Filcams Cgil si dissocia ma non è guerra

    ROMA. Rischio di un accordo separato nella trattativa per il rinnovo del contratto del commercio. La Filcams-Cgil ha chiesto una pausa di riflessione dopo il rifiuto della Confcommercio, secondo cui la Confcommercio vorrebbe di fatto accorpare, essendo scaduto il contratto da quasi 18 mesi e andando verso il prossimo rinnovo, i due bienni economici, evitando di considerare il recupero del differenziale di inflazione nel primo biennio. La Cgil non andrà all’incontro di domani (in sede tecnica), mentre conferma l’intenzione di andare all’incontro il 24 giugno (in sede plenaria).

    Il contratto scaduto a fine dicembre 2002 riguarda circa un milione e mezzo di lavoratori. Il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, ha dichiarato ieri di non voler interferire, mentre Savino Pezzotta, Cisl si è augurato che si trovi una soluzione. Luigi Angeletti, Uil, spera che la dissociazione della Filcams-Cgil sia temporanea.

    (stesso articolo su:
    La Nuova Venezia, Il Mattino di Padova, Il Corriere delle Alpi, La Tribuna di Treviso, L’Alto Adige, Il Trentino)