Commercio: Conad vede quota 10%

15/06/2001

Il Sole 24 ORE.com

    Commercio – Nel 2000 la società ha aumentato la presenza sul mercato nazionale

    Conad vede quota 10%
    I ricavi raggiungono gli 11.800 miliardi di lire – Presto acquisizioni di catene locali
    Vincenzo Chierchia
    (DAL NOSTRO INVIATO)

    BOLOGNA - Il gruppo Conad punta a chiudere l’esercizio 2001 con un giro d’affari vicino ai 15mila miliardi, considerando reti al dettaglio, hard discount e la rete di cash and carry all’ingrosso. Come ha sottolineato ieri nel corso dell’assemblea svoltasi a Bologna l’amministratore delegato Camillo De Berardinis, l’esercizio 2000 si è chiuso con un giro d’affari al consumo di 11.800 miliardi, utili aggregati per 210 miliardi e una quota di mercato del 9,9 per cento. Nel corso dei primi quattro mesi del 2001 il giro d’affari mostra una crescita del 20% sul 2000. Nel frattempo il gruppo Conad sta mettendo in cantiere una serie di investimenti nelle strutture di vendita medio-grandi: una decina saranno completate nei prossimi quattro anni, mentre altri due punti vendita verranno recuperati dallo scioglimento di accordi di partnership precedenti. Nel corso del 2000 Conad ha siglato una partenership strategica con il gruppo Leclerc e con il gruppo francese Systeme U con il quale intende sviluppare un polo di riferimento per la distribuzione cooperativa a livello europeo. Come ha sottolineato Micheal Edouard Leclerc, presidente del gruppo transalpino, l’alleanza fra Conad, Leclerc e Systeme U nella centrale d’aquisti europea Lucie è aperta ad altri gruppi. Il dialogo in questo momento è molto intenso soprattutto con i gruppi cooperativi europei tra i quali quelli di cooperazione di consumo. Da tenere presente, come ha sottolineato anche il segratario generale della Ancd-Conad, Roberto Dessì, la possibilità di cooperazione tra dettaglianti e consumatori che lavorano in un ambito comune. In Italia è stata siglata un’alleanza, Italia Distribuzione, che Conad ritiene il referente naturale per l’accordo a livello europeo. Nel corso del 2000 Conad ha accelerato la propria politica di espansione acquisendo nuovi punti vendita tra cui quelli facente capo alla rete Standa alimentare del Sud Italia. Il gruppo si prepara inoltre ad una nuova campagna di shopping a livello locale. La rete Conad si attesta sui 3.088 esercizi commerciali per una superficie globale di vendita al dettaglio di 1.157.568 metri quadrati. In particolare i punti vendita di piccole dimensioni della rete Margherita sono 1.466 con una superficie di 221.661 metri quadrati e un giro d’affari alla vendita di 1.517 miliardi. La rete di supermercati Conad conta 1.615 strutture per una superficie di 904.400 metri quadrati e un giro d’affari alla vendita di 9.677 miliardi. Le strutture di grandi dimensioni, ossia gli ipermercati Pianeta, sono 7 per un totale di 31.307 metri quadrati e un giro d’affari alla vendita di 514 miliardi. Particolarmente consistente, come è stato spiegato nel corso dell’assemblea, è stato nel 2000 il contributo allo sviluppo del giro d’affari fornito dalla rete di cooperative intermedie (7.861 miliardi di lire, +13% rispetto al 1999). Il Conad è dal punto di vista delle quote di mercato la catena che a livello nazionale ha messo ha segno i maggiori incrementi di vendita nel corso degli ultimi anni. La quota di mercato, secondo i dati AcNielsen, nel 1997 era pari al 7,8 per cento e nel 2000, grazie anche ad una politica di acquisizioni, è salita al 9,9 per cento.
    Venerdí 15 Giugno 2001

 
|

 
Copyright © 2000 24 ORE.com. Tutti i diritti riservati