Commercio, c´è il contratto oggi supermercati aperti

03/07/2004



sabato 3 Luglio 2004


Pagina 30 – Economia
 
 
La trattativa si sblocca dopo l´intervento di Billè, l´intesa siglata nel suo ufficio all´una e mezza di notte
Commercio, c´è il contratto oggi supermercati aperti

ROMA – Colpo di scena. Alla vigilia dello sciopero del commercio proclamato da Cgil, Cisl e Uil per la giornata di oggi, Confcommercio e sindacati hanno firmato l´accordo per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 18 mesi. L´intesa è stata favorita dal presidente dei commercianti, Sergio Billè, il quale nella serata di giovedì, dopo la seconda rottura dellle trattative, ha convocato i sindacati e i rappresentanti di categoria nel suo ufficio, favorendo l´accordo nella notte. A quel punto i sindacati hanno revocato lo sciopero. Il contratto, che riguarda 1,5 milioni di lavoratori, prevede un aumento medio a regime, per il 2003-2006, pari a 125 euro in 4 tranche, oltre ai 14 già erogati. L´una tantum è di 400 euro. Il nodo vero era l´applicazione della legge Biagi: su contratti a termine e apprendistato sindacati e commercianti si erano trovati al muro contro muro. Ora la soluzione è questa: l´apprendistato sarà regolato dalla vecchia legge; per l´applicazione dei nuovi contratti a termine sarà prevista un´unica causale (e non la liberalizzazione). Il tetto al loro utilizzo salirà però dal 10 al 20% della forza lavoro. Sarà anche possibile utilizzare i contratti in affitto per il 15% della forza lavoro, ma la somma delle due tipologie non potrà superare il 28% (prima era il 23).