“Commenti” L’adrenalina fa bene al sindacato

27/02/2006
    sabato 25 febbraio 2006

      Pagina 19 – Cronache

      SPUNTI

        L’adrenalina fa bene al sindacato

          Se Pietro Ichino non esistesse la Cgil dovrebbe inventarselo. Il sindacato ha perso centralit�? Come si dice in gergo, non fa pi� notizia? Ebbene ci pensa Ichino con il suo rigore analitico e la sua passione pro-labour a reinserire la questione sindacale nell’ agenda del Paese.

            Certo, il giuslavorista milanese � un riformista implacabile, non fa sconti, ma le sue critiche non sono a senso unico e spesso hanno come bersaglio i comportamenti degli imprenditori.

            Se nei dibattiti sindacali molte volte ci si annoia e c’ � pi� gente in corridoio che in sala, per contrappasso quando si presentano i lavori �maledetti� di Ichino l’ adrenalina va a mille. E la Cgil riscopre il gusto di discutere. Per tutti questi motivi l’ idea di mettere al bando chi vuole la modernizzazione � ridicola e fa a pugni con la migliore tradizione sindacale italiana.

              Se poi anche quei riformisti della sinistra, che apprezzano e condividono le idee di Ichino, uscissero in questa circostanza allo scoperto non sarebbe male. Anzi magari in campagna elettorale farebbe bene anche a loro.