Documenti di settore

Comifar Distribuzione, esito incontro 02/10/2018

Roma 04/10/2018

Testo Unitario

Lo scorso 2 ottobre è proseguito a Milano il confronto tra le OOSS nazionali e il Coordinamento nazionale delle strutture ed i delegati con COMIFAR Distribuzione SpA per il rinnovo della contrattazione di secondo livello.
Obiettivo dell’incontro è stata la verifica delle posizioni aziendali rispetto alle valutazioni emerse nel corso dell’ultimo incontro del 21 settembre, durante il quale le OOSS e il coordinamento, pur esprimendo una valutazione positiva per i passi fatti dall’azienda verso le proposte del lato sindacale, hanno dichiarato insufficienti gli importi messi sul tavolo della negoziazione.
Sulla gestione degli sforamenti degli orari serali, le OOSS e il coordinamento hanno richiesto l’apposizione di un limite alle ore di sforamento e l’applicazione del meccanismo della banca ore anche per i casi strettamente afferenti al "Fine lavori" (eccezionalità ed imprevedibilità). Sempre sul capitolo della gestione degli sforamenti degli orari serali, fermo restando la strutturazione del meccanismo di Banca ore, oggetto di nostra precedente nota, l’azienda ha proposto, in un regime di sperimentalità di dodici mesi, l’innalzamento dell’indennità fissa a 100€/mese per coloro (part time o full time indistintamente) che volontariamente si mettano a disposizione per coprire il servizio, nel turno serale, oltre il normale orario lavorativo in caso di necessità, con un limite massimo di permanenza di due ore.
L’azienda condivide la necessità del confronto e del controllo da attivare con le OOSS e le rappresentanze sindacali a livello territoriale, introducendo nel contempo una nuova richiesta di contrattazione e relativo alla individuazione del numero di persone necessarie alla messa in disponibilità per la volontarietà nel caso di sforamento degli orari serali. Richiesta non emersa precedentemente.
Rispetto al Sistema Premiante l’azienda ha riconfermato la struttura dell’impianto illustrata nel corso della precedente riunione, andando a esporre la propria proposta in termini di differenti pesi tra i tre parametri, ovvero:

- PBT (Profit Before Taxes): percentuale pari al 12% per la popolazione aziendale nel settore di attività logistica e dei Call Center; percentuale pari al 25% per il personale delle Sedi;
- Parametro di Unità distributiva: percentuale pari al 33% per la popolazione aziendale nel settore di attività logistica; 42% per la popolazione aziendale delle Sedi e 54% per coloro impegnati nei Call Center.
- Parametro di Reparto: percentuale pari al 54% per la popolazione aziendale nel settore di attività logistica e 33% per il personale delle Sedi e Call Center.

L’azienda ha dichiarato quale cifra complessiva massima per il PdR la somma di 1.235€. Rispetto all’ impiego di lavoratori somministrati, in un’ottica di inclusione nella contrattazione, l’azienda ha risposto alle sollecitazioni delle OOSS con una generica dichiarazione di accoglimento dell’istanza di confronto a livello territoriale per le stabilizzazioni di tale personale dipendente. Stante le perplessità sull’impianto così delineato emerse da lato sindacale e la necessità di approfondire le tematiche complessive all’OdG per il rinnovo, la riunione è stata aggiornata alla data del 24 ottobre pv a Roma, presso il Centro Congressi Cavour in via Cavour 50/a, alle ore 9:30 per la riunione di Coordinamento nazionale e a seguire alle ore 11:00 con l’azienda. Sono stati calendarizzati ulteriori momenti di confronto per il 13 novembre a Roma e il 4 dicembre a Milano, cui seguirà specifica conferma.

P.Filcams CGIL Nazionale
Massimo Mensi