Comifar Distribuzione, esito incontro 19/01/2011

Comifar – esito incontro nazionale del 19 gennaio 2011

In data 19 gennaio 2011 si è tenuto il previsto incontro con Comifar .
L’azienda nel corso dell’incontro ha annunciato la chiusura anche del magazzino di Rieti dopo aver comunicato nell’ultima riunione quelle di Rimini ed Ancona nel 2011 che sono state motivate in parte con una nuova apertura nelle Marche.
La chiusura di Rieti, invece, è stata genericamente motivata come necessaria a fronte di una ristrutturazione della filiera distributiva che prevede una progressiva dismissione dei magazzini di piccole dimensioni e conseguente accentramento in quelli grandi.
Il magazzino di Rieti( che occupa 19 addetti) ha chiuso il 2010 con una perdita in linea con quella del gruppo a livello nazionale, e non ha mai presentato criticità particolari.
Come OO.SS. abbiamo dichiarato la nostra forte perplessità a proseguire in un confronto dove, di anno in anno, vengono comunicate cessazioni di unità distributive in assenza di un piano di rilancio commerciale chiaro, credibile e condivisibile.
Pertanto, abbiamo chiesto a Comifar di avviare un percorso di riflessione di modo da verificare la possibilità di cambiare i contenuti della propria riorganizzazione, instaurando una fase di confronto con le organizzazioni sindacali basato sul merito delle proprie strategie commerciali e non solo sulle comunicazioni di chiusure.
Il Coordinamento Nazionale ha poi deciso di avviare una campagna di assemblee in tutti i magazzini per discutere con le lavoratrici e i lavoratori delle prospettive dell’azienda alla luce del mancato piano commerciale di sviluppo e di rilancio con conseguenze che riguardano tutte le realtà e non solo i magazzini “a rischio”.
L’obiettivo è quello di dare all’azienda un segnale forte di dissenso sulle modalità di gestione delle ristrutturazioni in atto e sulla mancanza di strategie di rilancio per un adeguato riposizionamento sul mercato.
Sul tema del riavvio della discussione sulla contrattazione aziendale finalizzata alla realizzazione di un accordo aziendale unico da valere per i dipendenti Comifar abbiamo annunciato la volontà di riaprire il confronto costruendo una nuova piattaforma che tenga conto del mutato contesto economico, ma che comunque riguardi tutti i magazzini e che presenti pertanto forti elementi di solidarietà.
L’azienda su questo fronte si è resa disponibile a trattare.
In tale ottica ha accettato di sottoscrivere la proroga anche per il 2011 del sistema premiante i cui obiettivi verranno discussi territorialmente entro il 30 aprile 2011.
Il prossimo incontro a livello nazionale si terrà il 23 Febbraio 2011 a Roma e nel frattempo si attiveranno e/o proseguiranno comunque i confronti territoriali per le realtà impattate dal programma di chiusure ( Ancona, Rimini, Rieti).
L’auspicio delle OO.SS. è che l’azienda cambi radicalmente la propria impostazione e si convinca della necessità di salvaguardare l’occupazione rilanciando la propria iniziativa commerciale, valorizzando i propri dipendenti e le loro professionalità anche attraverso la contrattazione integrativa.

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTuCS-UIL

Roma, 20 gennaio 2011