Coin supera i 2.200 mld e spinge sulla Oviesse

06/02/2001

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)


Martedì 6 Febbraio 2001
finanza & mercati
—pag—37

Coin supera i 2.200 mld e spinge sulla Oviesse

VENEZIA Il gruppo Coin centra l’obiettivo dei 2.200 miliardi, con un vistoso calo del passivo (50,6 miliardi nel primo semestre), e avvia la riconversione di gran parte degli 89 punti vendita dell’acquisita catena tedesca Kaufhalle. L’operazione assorbirà 250-300 miliardi, ma farà di Oviesse un marchio europeo. Con quest’anno, inoltre, l’esaurirsi dell’effetto Standa, tonificherà il conto economico del gruppo veneziano, anche se restano da riconvertire una trentina di punti vendita. «Dopo la lunga stagione di shopping — osserva Paolo Ricotti, amministratore delegato di Coin — puntiamo a un paio di anni di consolidamento delle posizioni raggiunte, ma qualora ci capitasse qualche buona occasione non ce la faremmo certo scappare».

Per ora la multinazionale della distribuzione è impegnata in prima linea su almeno tre fronti: in Italia, sta completando la conversione e la messa a reddito di oltre la metà dei 167 negozi dell’ex «casa degli italiani», in Germania dovrà convertire e adattare i negozi della catena Kaufhalle secondo il modello Oviesse e in Svizzera ha iniziato a sviluppare, in tandem con il gruppo Migros, sempre il marchio Oviesse con l’apertura di quattro negozi in franchising entro il 2001 (con ricavi a regime per 40 miliardi) che potrebbero salire a 44 entro il 2002. Oggi i punti vendita al’estero sono due in Germania e altrettanti in Svizzera.

Il gruppo Coin (2.240 miliardi di ricavi nel 2000) è leader in Italia nel mercato della grande distribuzione di articoli di abbigliamento e accessori e si colloca fra i primi dieci gruppi europei del settore. Opera attraverso i negozi a insegna Coin, Oviesse, Bimbus, Kid’s Planet, Act e La Standa. Recentemente ha avviato una joint venture paritetica con il gruppo francese Ppr per lo sviluppo di negozi Fnac.

Le insegne del gruppo si posizionano in segmenti di mercato fra loro differenti: Coin si posiziona nella fascia medio-alta del mercato e si rivolge a un cliente, prevalentemente donna, attento al contenuto stilistico degli articoli e al servizio. Oviesse si posiziona nel segmento del risparmio identificato come «every day, low price». Oviesse è stata l’insegna del gruppo che ha convertito la maggior parte dei punti di vendita La Standa acquisita a fine ’98. Bimbus è una catena di negozi specializzata nella distribuzione di articoli di abbigliamento per bambini fino a 12 anni, in grado di offrire un assortimento di prodotti di qualità nella fascia medio-alta. Kid’s Planet è una nuova formula di vendita che ha l’obiettivo di consolidare la presenza sul mercato dell’abbigliamento bambino anche attraverso il canale degli "speciality stores". Infine, l’insegna Act nasce come "concept store" dedicato all’uomo e alla donna, con un formato ottimale fra i 200 e 300 metri quadrati.

Le strategie vincenti che hanno determinato la crescita del gruppo rimangono valide anche per il futuro. «Continueremo a sviluppare — conclude Ricotti — i negozi specializzati di formato piccolo e medio (Bimbus, Kid’s Planet e Act), immetteremo ancora nuovi manager con esperienza internazionale e proseguiremo con la revisione organizzativa interna avviata da tempo».

—firma—Emanuele Scarci