Coin, il fondo Clessidra pronto all’offerta

02/03/2005

    mercoledì 2 marzo 2005

    sezione:FINANZA E MERCATI – pagina 33

    SUSSURRI & GRIDA

    Coin, il fondo Clessidra pronto all’offerta

    Il fondo Clessidra di Claudio Sposito dovrebbe concretizzare la sua offerta su Coin nei prossimi giorni. Dopo aver concluso la due diligence, l’operatore di private equity italiano ( che è entrato in gioco nell’asta su Coin a metà febbraio) potrebbe quindi rilanciare rispetto all’offerta già avanzata dal fondo Pai, che avrebbe messo sul piatto per la quota di maggioranza della azienda veneta un prezzo per azione intorno ai 2,6 euro.

    Il condizionale è comunque d’obbligo in quanto Clessidra nutrirebbe ancora qualche riserva sul business che dovrà essere sciolta prima di formulare un’offerta definitiva: la grande distribuzione ha vissuto un 2004 molto difficile e lo stesso gruppo Coin ha indicato che le vendite dell’ultimo trimestre dell’esercizio ( chiuso il 31 gennaio) sono state inferiori alle attese, anche se controbilanciate dal buon andamento dei saldi di gennaio. Inoltre il fondo di Claudio Sposito starebbe valutando se presentarsi da solo o in cordata con qualche altro operatore del settore.


    Pai resta in ogni caso ancora il favorito della gara, unico sopravvissuto rispetto alla short list iniziale messa a punto dagli advisor Vitale & Associati e Jp Morgan, dopo aver messo in atto negli ultimi mesi tutte le verifiche necessarie sull’azienda: il gruppo di Raffaele Roberto Vitale è infatti stato preferito al fondo Apax, che aveva tuttavia formulato un’offerta per la sola Oviesse. La struttura dell’operazione prevede che venga creata una newco ( che quindi lancerà successivamente l’Opa) nella quale dovrebbe rimanere con una quota di minoranza ( probabilmente tra il 30% e il 40%) la famiglia Coin.

    ( C. Fe.)