Coin, aumento tutto sottoscritto

09/10/2003

      Giovedí 09 Ottobre 2003

      FINANZA E MERCATI
      Ricapitalizzazione ok: adesioni al 99%
      Coin, aumento
      tutto sottoscritto
      Ora Vitale & C. cerca un socio
      finanziario


          VENEZIA - Il mercato ha accolto con favore l’aumento di capitale del gruppo
          Coin. L’operazione si è chiusa con la sottoscrizione di 65.981.732 azioni di cui 46.734.752 da parte di Finanziaria Coin e le restanti da parte del mercato. Prima dell’offerta in Borsa dei diritti, quindi, risulta sottoscritto oltre il 99% dell’operazione da 79,9 milioni di euro che era stata concordata un paio di mesi fa al momento dell’accordo raggiunto con le banche per il riassetto del
          gruppo veneziano.
          L’intero procedimento è stato seguito
          da Vitale e Associati che nel marzo scorso,
          subito dopo l’annuncio della ritrovata intesa
          tra i fratelli Piergiorgio e Vittorio Coin, aveva avuto l’incarico di individuare una strategia finanziaria in grado di supportare il piano di rilancio. Mentre da un lato, quindi, l’advisor sondava la disponibilità delle banche, dall’altro Fernanda Pelati, nuovo amministratore delegato, aveva messo a punto nel corso della primavera assieme al suo staff un piano rigoroso che puntava ad un recupero di efficenza e di efficacia sui mercati, ridimensionando pesantemente il progetto di espansione in Germania, con la vendita di 75 dei 95 negozi acquisiti con la catena Kaufhalle. Il progetto industriale
          aveva convinto le banche e ad agosto
          era stato sottoscritto un accordo con
          un pool di istituti, con capofila Ubm-Unicredit, Intesa e Capitalia, che da
          un lato poneva le basi finanziarie
          all’aumento di capitale e dall’altro garantiva
          nuove linee di credito a medio e lungo termine a sostegno del piano, il tutto in cambio del 70,65% del capitale
          lasciato in pegno. Un road show
          svoltosi nelle scorse settimane ha raccolto
          ulteriori consensi. Come da accordi Finanziaria Coin è rimasta l’unico interlocutore della famiglia avendo
          acquisito i diritti delle altre quattro società
          collegate, vale a dire Maestrale, Grecale,
          Scirocco e Libeccio, ma c’è soddisfazione
          nel gruppo veneziano soprattuto per la risposta del mercato e per il rientro nel capitale di alcuni importanti Fondi. Vitale e Associati, unitamente ad Intesa e Mediocredito centrale,sta ora chiudendo il cerchio dell’operazione con la ricerca di un partner finanziario. I Coin non intendono
          scendere dalla posizione di maggioranza,
          ma sono disponibili al dialogo con un socio
          portatore di capitali freschi per dare ulteriore
          sostegno al progetto di rilancio appena avviato.
          Venerdì, intanto, si riunisce il Cda per esaminare la semestrale, ma si tratterà solo di una verifica molto parziale dell’operazione di risanamento in atto.

          C.PAS.