Cofferati scrive al premier: «Estendetelo anche a noi»

01/03/2002





Cofferati scrive al premier: «Estendetelo anche a noi»
ROMA – Il segretario generale della Cgil, Sergio Cofferati, ha scritto una lettera al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in cui chiede l’applicazione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori anche ai sindacati e ai dipendenti dei partiti. Nella lettera a Berlusconi, Cofferati avanza «formale richiesta affinché il Governo si faccia promotore degli atti normativi e/o amministrativi necessari a ripristinare inequivocabilmente la vigenza di tutta la disciplina prevista dalla legge 300 del ’70 (articolo18 compreso) per chiunque svolga attività di natura tecnico amministrativa alla dipendenze dei sindacati, delle organizzazioni imprenditoriali, dei partiti politici e di tutte le altre organizzazioni di tendenza, salvo le attività di mero volontariato». La Cgil, che considera le polemiche di Roberto Maroni «strumentali perché non ha mai chiesto al Parlamento l’attivazione di questo provvedimento», sollecita la modifica dell’articolo 4 della legge 108 dell’11 maggio 1990 che sancisce la non applicabilità dell’articolo 18 nei confronti dei datori di lavoro, non imprenditori, delle organizzazioni di tendenza. Ha replicato il ministro Roberto Maroni: «È troppo comodo parlare ora. Cofferati ha taciuto per 12 anni. Ho sollevato proprio io questa questione e soltanto dopo la mia denuncia i sindacati si sono mossi. È troppo comodo oltre che divertente».

Venerdí 01 Marzo 2002