Cofferati: per me non c´è futuro politico

30/07/2002





30 luglio 2002

IL SEGRETARIO CGIL IN PROVINCIA DI FROSINONE
Cofferati: per me non c´è futuro politico

CORENO AUSONIO (Frosinone). «Non c’è futuro politico per me». Lo ha ribadito il segretario generale della Cgil Sergio Cofferati inaugurando in serata la sezione Ds del comune di Coreno Ausonio (Frosinone) intitolata all’ex senatore Luciano Lama che molti anni fa, prima della sua scomparsa, aveva tenuto un comizio in questo centro ciociaro famoso per il suo ricco bacino marmifero che una volta dava lavoro a 500 lavoratori. Cofferati non ha aggiunto altro sul suo ingresso in politica ma parlando poi in una piazza gremita di simpatizzanti ed iscritti ai Ds e alla Cgil ha toccato i temi nazionali del mondo del lavoro e quelli politici ed economici criticando la Casa delle Libertà. In provincia di Frosinone sono quasi centomila i senza lavoro con molte aziende in crisi ma Cofferati ha preferito non addentrarsi nelle problematiche locali che ha lasciato spiegare ai dirigenti provinciali dell’organizzazione sindacale. Proprio ieri presidente del Pdci Armando Cossutta si era augurato il contrario. Cofferati, «leader universalmente riconosciuto», è anche «il più adatto», secondo Cossutta, per guidare la federazione delle sinistre. A Milano, a margine della festa di Rinascita e commentando il sondaggio realizzato al festival dell’Unità di Roma dall’associazione Aprile (secondo il quale Cofferati è il leader ideale per il 58% degli intervistati), Cossutta ha detto: «È un dato indicativo – di uno stato d’animo reale, oggi fortemente presente».