Cit, margine positivo e indebitamento in calo

18/02/2003




Martedí 18 Febbraio 2003
TURISMO


Cit, margine positivo e indebitamento in calo
EV.M.


MILANO – Giro d’affari in crescita del 18% a 505 milioni di euro, fatturato consolidato in aumento del 35% a 300 milioni di euro, posizione finanziaria netta in miglioramento di 28 milioni di euro a quota 63 milioni e accelerazione del ritmo di marcia per il passaggio dal mercato ristretto allo Star. Cit Spa, al primo appuntamento pubblico dopo l’approdo al listino, ha presentato ieri i risultati 2002 (pre-consuntivi) e i contenuti del piano triennale. «Pur in un anno molto difficile come il 2002, Cit è riuscita a ottenere ottimi risultati – ha sottolineato il presidente Gianvittorio Gandolfi – e le prospettive per il 2003 sono buone». Confermato lo spin-off immobiliare di 12 tra villaggi e alberghi per un valore di circa 300 milioni di euro, Cit ha delineato le linee di sviluppo da qui alla fine del 2004, la cui linea portante è la focalizzazione sull’Italia. È prevista un’accelerazione delle attività di sviluppo che comprendono la seconda fase dei contratti di programma relativi a Scanzano Jonico, Pietrelcina, Cesana Torinese, per 7.500 posti letto e l’inizio della prima fase per Calatabiano e Sibari. La marcia verso la Borsa passerà attraverso il consolidamento della rete diretta in Italia (fino a 80 agenzie) e in Europa (fino a 50), lo sviluppo delle agenzie in franchising (fino a 100) e il rafforzamento dei brand di tour operating a base europea, rispetto a quelli nel resto del mondo. La società oggi opera attraverso 15 tour operator (con oltre un milione di passeggeri trasportati), che distribuiscono i prodotti Cit con i diversi marchi commerciali, attraverso le agenzie captive e oltre 16mila agenzie terze fidelizzate, di cui 5mila contrattualizzate. Tornando ai dati di bilancio, dal ’99 a fine 2002 il tasso medio annuo di crescita del giro d’affari è stato del 9,76%, quello del valore della produzione dell’11,76%, mentre la posizione finanziaria netta è migliorata dell’8,78% annuo. Cit, dalla quotazione in novembre, ha registrato una performance del 26% e non è mai scesa sotto il prezzo di collocamento.