Cit, dopo il no di Benedini spunta Cl

08/11/2005
    martedì 8 novembre 2005

      Pagina 20

      Cit, dopo il no di Benedini spunta Cl

        Benito Benedini non è più interessato all’operazione di salvataggio della Cit. Lo chiarisce una nota, dopo le notizie frequentemente apparse sulla stampa a proposito della posizione del cavaliere del lavoro ed ex presidente di Assolombarda Benedini nei confronti del gruppo turistico. Il comunicato spiega che Benedini era interessato a intervenire nel processo di risanamento e sviluppo del gruppo Cit mediante sottoscrizione di un aumento di capitale diffuso, per la cui sottoscrizione, subordinatamente al verificarsi di talune condizioni, si era assicurato diritti di opzione. Tuttavia, ´non essendosi verificati i presupposti e le condizioni per l’attuazione del piano di salvataggio della Cit da lui proposto, per Benedini è divenuto impossibile continuare a perseguire l’obiettivo di un suo intervento’.

        Intanto, venerdì prossimo, si riunirà il Cipe per decidere l’entità dei finanziamenti pubblici destinati alla Cit, che sarebbero comunque insufficienti al risanamento della società. Non tutto, comunque, sembrerebbe perduto: Hotel tourist, società che fa capo a Tivigest vacanze, a sua volta di proprietà della Compagnia delle opere (il braccio economico di Comunione e liberazione), avrebbe manifestato interesse per rilevare la quota di maggioranza della Cit, anche se la trattativa non sarebbe ancora stata avviata.