Circolare Inps 17-02-1999, n. 34

I.N.P.S. (Istituto nazionale della previdenza sociale)
Circ. 17-2-1999 n. 34
Art. 13, c. 7, legge 24 giugno 1997, n. 196. Disposizioni in materia di lavoro parziale. Chiarimenti.
Emanata dall’Istituto nazionale della previdenza sociale.

In merito alle disposizioni emanate con circolare 6 novembre 1998, n. 233 e con messaggio 6 novembre 1998, n. 05490 alcune Sedi hanno richiesto precisazioni circa la dichiarazione della manodopera agricola (modello DMAG) con riferimento ai dati occupazionali, in un rapporto di lavoro part time orizzontale, preceduto dal codice identificativo 3, anteposto al tipo contratto.

In merito, si specifica che le frazioni mensili di ore vanno sommate ed al raggiungimento dell’unità indicate nel foglio D, riga sottostante al campo giornate. Qualora dalla somma delle predette frazioni di ore mensili, si avranno i residui di eventuali decimali, questi devono essere arrotondati all’unità superiore. L’arrotondamento deve essere operato, per gli operai agricoli a tempo indeterminato, nell’ultimo mese dell’anno. Per gli operai agricoli a tempo determinato l’eventuale arrotondamento sarà operato nel mese di cessazione del rapporto di lavoro.

Si ribadisce che non sono soggette a riepilogo e, pertanto non devono essere riportate nel Mod. DMAG/R, le ore indicate nel campo "giornate" nella dichiarazione di un rapporto part-time orizzontale.

Si rammenta, infine, che le Sedi dovranno effettuare un controllo amministrativo, in base a quanto esposto con la citata circolare n. 233, della conformità dei rapporti di lavoro a tempo parziale alle specifiche clausole della contrattazione collettiva, alle quali la regolamentazione del part-time è demandata dalla legge, per quanto riguarda:

a) il numero di addetti che possono essere assunti a tempo parziale;

b) la durata minima della prestazione.

Inoltre, si fa presente che è demandata alle sedi la verifica del rispetto del minimale orario, da valere nel part-time orizzontale, per la cui determinazione si rinvia alle disposizioni diramate nel paragrafo " Minimali di retribuzione da valere per il part-time" della circolare 6 novembre 1998, n. 233 (messaggio 6 novembre 1998, n. 5490).

Il Direttore generale

Trizzino